LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Strade e ponti, alla Provincia di Massa-Carrara tagliati 34 milioni in 4 anni

Il presidente Gianni Lorenzetti alla Voce Apuana: «Difficile operare in questo modo. Chiusura ponti in Lunigiana? Percorso iniziato due anni fa»

A distanza di 16 giorni dal crollo del ponte di Albiano Magra, il direttore de La Voce Apuana Matteo Bernabè ed il giornalista di Città della Spezia Thomas De Luca hanno fatto il punto della situazione in diretta Facebook con il sindaco di Aulla Roberto Valettini, quello di Bolano Alberto Battilani e il presidente della Provincia di Massa-Carrara Gianni Lorenzetti. Proprio quest’ultimo si è appena lasciato alle spalle il periodo di quarantena a causa del Coronavirus, al quale era risultato positivo. “Sto bene. Oggi è il mio primo giorno da “uomo libero” – ha annunciato Lorenzetti – è come se fosse il mio primo giorno di scuola, sono tornato alla mia attività, anche se in realtà, non avevo mai smesso di lavorare da casa”.

Import 2020

“Sulla manutenzione di ponti e strade – ha affermato poi il presidente della Provincia – c’è un grosso problema di risorse”. Negli ultimi giorni, ricordiamo, in Lunigiana sono stati chiusi, a causa di criticità rilevate, 4 ponti, uno a Comano, uno a Fivizzano, due a Pontremoli. “Per comprendere meglio il problema – ha precisato Lorenzetti – occorre fare un passo indietro di qualche anno. Nel 2014 è partito un percorso per l’abolizione delle province, ma dopo il referendum del 2016 è stato stabilito che esse continuassero ad esistere. Da un punto di vista finanziario e delle risorse, tuttavia, è come se in quei due anni le province fossero state chiuse. Nel 2014 alla provincia di Massa-Carrara sono stati tolti circa 2 milioni, quasi 6 nel 2015, quasi 13 nel 2016 e nel 2017. Poi c’è stata un’inversione di tendenza, ma a quel punto il danno era fatto. Capiamo che è stato azzerato completamente il bilancio delle province”.

Sulla chiusura dei ponti in Lunigiana, infine, il presidente della Provincia ha le idee piuttosto chiare: “La chiusura non è figlia di un sentimento all’indomani del crollo del ponte di Albiano, ma di un percorso iniziato subito dopo il crollo del ponte Morandi. Ad agosto 2018 dei professionisti sono stati incaricati di valutare i 250 ponti della provincia di Massa-Carrara con un importo di 150.000 euro di risorse. Tra i primi 100 analizzati, 15 possiedono problematicità che stiamo affrontando di giorno in giorno, con i risultati cui stiamo assistendo”.