LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Anche a Massa il contributo affitto per i lavoratori colpiti dalla crisi

In base alle direttive regionali il contributo sarà calcolato sulla base del 50% del canone di locazione e, comunque, in misura non superiore a 300 euro/mese

Le amministrazioni comunali di Carrara e Massa hanno approvato una delibera per l’assegnazione di contributi economici straordinari a sostegno del pagamento del canone di locazione a favore dei lavoratori dipendenti e autonomi colpiti dalla crisi economica causata dell’epidemia di covid-19. Il provvedimento recepisce le disposizioni in materia diramate dalla Regione Toscana. Si tratta di una misura straordinaria che, come da espressa indicazione della Regione, è esclusivamente rivolta ai lavoratori dipendenti ed autonomi con Isee non superiore a Euro 28.684,36 che, a causa della crisi innescata dal coronavirus, abbiano cessato, ridotto o sospeso la loro attività o il loro rapporto di lavoro o abbiano avuto una diminuzione del reddito del nucleo familiare di almeno il 30% rispetto allo stesso periodo del 2019.
Si tratta di uno strumento diverso e distinto rispetto a quello ordinario di sostegno al pagamento dei canoni di locazione.
Nell’avviso, sono esplicitate tutte le informazioni sulle modalità di partecipazione, sugli aventi diritto e sulle modalità di compilazione delle graduatorie per l’assegnazione dei contributi.
La valutazione viene fatta sulla base dell’ISEE per l’anno 2019. I beneficiari del contributo sono individuati tramite una graduatoria che verrà definita al termine della procedura avviata con l’avviso pubblico. In caso di parità condizione economica avranno priorità i nuclei con numero maggiore di figli ed età più bassa dei minori; quelli in cui sono presenti soggetti con invalidità pari o superiore al 67% e/o con accertamento di handicap; in base alla data di nascita del richiedente, con priorità dal più anziano al più giovane.
In base alle direttive regionali il contributo sarà calcolato sulla base del 50% del canone di locazione e, comunque, in misura non superiore a 300 €/mese. Nel caso in cui le risorse disponibili non consentano l’assegnazione del contributo a tutti gli ammessi i Comuni inoltreranno alla Regione la graduatoria, completa dell’indicazione dei soggetti cui sia stato assegnato il contributo e, di conseguenza, di quelli per i quali ciò non sia stato possibile, così come stabilito dalla delibera di Giunta Regionale.
Per ulteriori informazioni e per la predisposizione delle domande gli interessati possono contattare il patronato INAPA tel. 0585/1980393, E-mail: p.stocchino@confartigianato.ms.it