LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Carrarese, Oppicelli a Sportitalia

Il presidente azzurro è intervenuto ieri sera alla trasmissione "AspettateC"

Più informazioni su

Il Presidente della Carrarese Fabio Oppicelli è intervenuto ieri sera in collegamento alla trasmissione “AspettateC” su canale di Sportitalia.

“Non abbiamo la situazione della Lombardia, per fortuna, tanto che siamo riusciti ad allenarci regolarmente finché ci è stato consentito, poi abbiamo interrotto: in una maniera un po’ surreale, ci stiamo organizzando, abbiamo il programma dei preparatori da svolgere a domicilio e i mental coach che si confrontano con i membri della squadra”.

Per quanto riguarda il campionato dichiara: “Non so neppure se è corretto parlare di calcio, ma comunque lo faccio. Più passano i giorni più vedo impossibile che si arrivi a una soluzione che ci permetta di concludere il campionato, anche se portarlo a termine vorrebbe dire aver superato questa tragedia che stiamo vivendo a livello mondiale, ma credo si debba rispettare la competizione: le classifiche andrebbero però cristallizzate con equità di partite”.

Poi un pensiero ai due “vecchietti” Tavano e Maccarone: “Se i due ragazzi avessero ancora voglia, parlando con il mister, sono sicuro che un accordo sarà trovato, e loro potranno essere di aiuto in qualunque categoria, anche in un’eventuale Serie B”.

Conclude cosi’ il numero uno di Piazza Vittorio Veneto: “La nostra lega, soprattutto nella persona di Ghirelli, sta sostenendo davvero un bel lavoro, ci comunicano giornalmente iniziative intelligenti e utili alla causa. Stipendi? Andranno fatte valutazioni con metri diversi, la C non potrà essere paragonata alla A in sede di decisione. Spero comunque che questa tragedia sia uno spunto per ripartire, se vogliamo fare i professionisti servirà un’altra managerialità, serve un altro presupposto di ritorno economico, per renderle almeno autogestibili: e anche su questo Ghirelli è a lavoro. Ma anche il sistema deve dividere la torta in modo più equo”.

_________________
ennemor

Più informazioni su