LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Massese, i pareggi non bastano

Contro la Pontremolese un punto. A meno cinque dal termine e quartultimi in classifica servono vittorie

Più informazioni su

Con il pareggio casalingo di domenica la Massese è scesa in quartultima posizione (28pt), sorpassata dal Montecatini (29pt) che ha battuto la terzultima Cuoiopelli (22pt). Per usare un eufemismo la situazione non affatto rosea: cinque giornate al termine per scalare due posizioni, ma i sorpassi si fanno con le vittorie e queste non arrivano dal lontano 22 dicembre (2-0 sul Cenaia). Domenica prossima i bianconeri andranno a Camaiore, in lotta per i playoff e bisognoso di punti, e la prossima ancora agli “Oliveti” contro la quarta San Miniato. Poi Viareggio, già retrocesso, e Castelnuovo Fiorentino, salvo, e infine a Montecatini per quello che potrebbe essere un pericolosissimo dentro/fuori. Con 3 vittorie la salvezza è certa ma potrebbero bastare anche 8 punti, visti i calendari difficili delle squadre davanti (in 3 punti ci sono 4 squadre).

La cosa preoccupante, oltre alla classifica, è la sensazione che manchi la strada per il gol e nonostante il grande impegno non si arrivi a concretizzare. Domenica contro la Pontremolese, scesa a Massa per un pareggio con un 3-5-1-1 molto accorto, Gassani ha cambiato modulo schierando un 4-3-3 in fase di non possesso palla, con Degl’Innocenti falso 9, per togliere agli avversari la possibilità di impostare. In fase di possesso lo stesso Degl’Innocenti veniva sulla trequarti con Serrago che convergeva al centro attacco e la mezzala Zequiri andava a fare il terzo davanti. Modulo che si trasformava dunque in in 4-2-3-1. Impostazione tattica dinamica che nei primi 45 ha relativamente funzionato: la Pontremolese faceva fatica a fare gioco e la Massese, con un possesso palla leggermente superiore, ha avuto con un’inserimento di Zequiri una buona occasione, poi due volte al tiro con Degl’Innocenti e Serrago dove Cacchioli ha fatto buona guardia. La Pontremolese ha risposto due volte con D’Angelo ma la poca precisione e una bella parata di Giannelli hanno lasciato tutto invariato.

Nella ripresa sono partiti meglio gli ospiti con due palle gol nel primo quarto d’ora. Poi l’occasione clamorosa per la Massese con l’ennesimo inserimento di Zequiri nella cui incornata è servito il miracolo di Cacchioli. Le squadre si sono un allungate e la Massese ha provato a riversarsi in avanti senza però impensierire la difesa azzurra ma al contrario lasciando pericolosi contropiedi: almeno tre occasioni importanti per Occhipinti e compagni ma un palo, parata di Giannelli e conclusione imprecisa hanno salvato i bianconeri. Saltati gli schemi, con l’inserimento al 75′ di Gori la Massese ha ritrovato coraggio e si è resa pericolosa con un assist del fantasista e su corner al 90′ con Mussi, ultima occasione della partita.

Pareggio sostanzialmente giusto per il gioco espresso dalle due squadre ma lo 0-0 andava bene alla Pontremolese che con soddisfazione è tornata in Lunigiana. La sensazione è che non ci sia nessun che la possa buttar dentro e bomber di razza in rosa non ce ne sono. Si spera in un recupero di Kthella che domenica non è stato impiegato ma che in questo modulo nel girone di andata non è andato male.

Più informazioni su