LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Baldini: «Cambi frutto di scelte tattiche. Tavano poteva esserci utile»

Le dichiarazioni post Carrarese Pianese (1-1). Damiani: «Più meriti loro che demeriti nostri»

Più informazioni su

Attenti alla Pianese. Lo aveva detto mister Baldini prima della partita, sapendo che la sua squadra andava ad affrontare un avversario ostico. E le previsioni si sono confermate: i bianconeri di mister Masi hanno acciuffato il pari proprio negli ultimi minuti di gioco, in pieno recupero, rispondendo al vantaggio firmato Infantino. Per la Carrarese sfuma così la possibilità di centrare la terza vittoria consecutiva.

Queste le dichiarazioni post partita dalla sala stampa del Dei Marmi:

Mister Baldini: “Quello di stasera è un pareggio che dà fastidio ma che dobbiamo accettare. Bisogna avere pazienza e cercare di non perdere certi equilibri che abbiamo raggiunto. Quando abbiamo subito gol mancava un minuto e mezzo, l’amarezza è tanta. Certamente non siamo stati la Carrarese delle ultime due partite, soprattutto nel primo tempo, in cui eravamo particolarmente sottotono. Nel secondo tempo la squadra è migliorata ed ha trovato il gol. Dopo il vantaggio sembrava potessimo raddoppiare da un momento all’altro ma così non è stato. Al 90esimo è stato molto bravo Forte a respingere quella conclusione ma sfortunatamente dal successivo calcio d’angolo è nato il gol del pari. Il cambio Calderini-Tavano? E’ stata una scelta tattica. Nel primo tempo non stavamo attaccando bene la profondità e ho ritenuto che Tavano potesse darci una mano. Non sono deluso dalla prestazione di Calderini, ma ho scelto di far entrare un giocatore che in quel momento per le sue caratteristiche poteva essere più utile. Un bilancio sul girone di andata? Diversi punti lasciati per strada, ma adesso dobbiamo continuare a lavorare evitando di lamentarci e sperando che alla fine i risultati ci diano ragione. Ora ci attende la gara contro il Pontedera, per la quale contiamo di recuperare Mignanelli”.

Damiani: Stasera, a differenza delle ultime due partite, non siamo riusciti a portare in campo quello che abbiamo provato durante la settimana. In particolare ci è mancato l’attacco della profondità, che però siamo riusciti a migliorare nel secondo tempo. Nei primi 45 minuti loro sono stati particolarmente “fastidiosi” nei duelli aerei, ma a parte questo non ci hanno creato particolari grattacapi. Nel finale probabilmente abbiamo peccato di concentrazione. Rimane, come normale che sia, dell’amaro in bocca perché quando abbiamo subito il pari mancava veramente poco. Più meriti loro o demeriti nostri? Non ho visto troppe difficoltà da parte nostra. Bravi loro che ci hanno creduto fino all’ultimo. Noi però dobbiamo migliorare alcuni aspetti perché sono gli episodi che cambiano le partite ed oggi è bastato un colpo di testa per cancellare quanto fatto in un’intera partita. Ora dobbiamo rimboccarci le maniche e iniziare a pensare alla prossima partita contro il Pontedera, che sarà durissima. Se però giochiamo come sappiamo, daremo sicuramente filo da torcere. La mia prestazione? Sono soddisfatto. Io nasco come giocatore più “di qualità” che “di quantità”, ma so che nel calcio di oggi non basta saper fare solo una fase. Quest’anno mi sono prefissato di migliorare dal punto di vista difensivo, nell’intercettare palloni e traiettorie”.

Più informazioni su