LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Armi da guerra sequestrate, operazione anche a Massa-Carrara

Uno degli indagati è massese. La Digos apuana è impegnata insieme a quella di Torino nell'operazione Matra che nei giorni scorsi ha permesso di scoprire un arsenale illegale tra cui un missile aria-aria

Nuovo sequestro d’armi nell’ambito dell’operazione Matra, che nei giorni scorsi ha consentito di sequestrare un missile aria-aria e un arsenale di armi da guerra. Sono state trovate, nel corso di un intervento delle Digos di Torino e Massa-Carrara, presso una abitazione secondaria di uno degli indagati, un massese, insieme ad altro materiale di ispirazione fascista e nazista.

Il ritrovamento è avvenuto nell’ambito delle ulteriori perquisizioni che la Digos di Torino e gli omologhi uffici di Milano, Novara e Massa-Carrara, sotto la direzione della Dcpp-Ucigos, hanno eseguito nei giorni scorsi per risalire la filiera del commercio del materiale già sequestrato.

AGGIORNAMENTO – Le perquisizioni si sono svolte in una casa di Antona, frazione montana del comune di Massa – oltreché a Peschiera Borromeo (Milano), Sesto Calende (Varese) e Castelletto Ticino (Novara). Ad Antona, nello specifico, è stato trovato un arsenale composto da bombe a mano, fucile, un machete, un arco con tredici dardi, una pistola e mortai, oltre a munizioni di vario calibro e materiale inneggiante al nazismo e al fascismo.