LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Zanetti: "La prima delibera sarà la revisione del piano della sosta"

In agenda anche l'istituzione delle figura del "vigile ecologico" e un progetto per rilanciare il turismo e la creatività giovanile

Più informazioni su

“La nostra prima delibera di giunta – ha dichiarato Andrea Zanetti incontrando la stampa – sarà di revisione del piano della sosta nel centro storico, dieci anni dopo la Ztl”.

“Prevediamo innanzitutto – ha proseguito il candidato dem – l’eliminazione dei parcheggi blu nelle zone periferiche: Tribunale, ponte di Ferro, viale Potrignano, Grazzano. Poi la limitazione della fascia blu di prezzo alla zona Comune, piazza Farina e Camera di commercio, con ticket di 1 euro sia per la prima ora che per le successive. Trasformeremo inoltre i restanti parcheggi a pagamento in fascia blu in zone di fascia verde, con un ticket orario di euro 0,50 sia per la prima ora che per quelle successive. Istituiremo un ticket di cortesia da 20 minuti da ritirare al parchimetro, in sostituzione dell’avviso di cortesia emesso oggi dall’ausiliario; avremo altresì abbonamenti agevolati per coloro che, pur non essendo residenti in centro, vi lavorano o detengono un’attività. È previsto inoltre l’adeguamento dei parchimetri alle normative vigenti in materia di pagamento elettronico (bancomat/carte di credito)”.

“La delibera – ha spiegato Zanetti – prevede dunque l’adozione di altre forme di “pagamento a consumo” facilmente utilizzabili scaricando una app sul cellulare o utilizzando, magari per i parcheggi in zone di fascia blu idonee (ad esempio l’area “Colombarotto” dietro Comune-Camera di commercio), barriere di entrata e uscita da utilizzarsi con telepass. In ultimo, disporremo la realizzazione di un’area di sosta in zona san Martino con parcheggio scambiatore e bus navetta. Il progetto è già strutturato come bozza di delibera. Ai fini della pulizia e del decoro urbano, istituiremo la figura del “vigile ecologico”: il ruolo degli attuali “ausiliari del traffico” dev’essere ripensato come presidio costante, che si occupi non solo della verifica sulla sosta a pagamento ma su tutte le situazioni di incuria e di inciviltà. I “vigilini” saranno i nodi di una rete di monitoraggio in grado di attivare gli interventi specifici”.

“Rilanceremo anche – ha affermato il candidato dem – l’identità culturale e artistica del centro storico, con un progetto di 100 atelier: l’amministrazione supporterà i progetti di giovani creativi, assicurando loro un accesso agevolato al credito, il sostegno di figure professionali ed agevolazioni fiscali che consentano loro di occupare i fondi sfitti. A sei mesi dall’insediamento costituiremo un soggetto, a indirizzo pubblico e gestione privata, che metta in rete tutto il sistema museale insieme alle cave, al turismo balneare e al percorso dei laboratori artistici”.

“Torno a parlarvi di senso di comunità. È triste vedere una certa parte politica abbassarsi a insulti personali infimi. Se non comporremo le nostre lacerazioni affosseremo la città. Ho a cuore in primo luogo il bene di Carrara, ragion per cui non pongo barriere ideologiche strumentali: un domani dovremo lavorare tutti insieme per il futuro della nostra città” ha concluso Zanetti.

Più informazioni su