LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Infortunio sul Pizzo e morso di serpente sul Pisanino: recuperati due escursionisti

Il Soccorso Alpino è intervenuto sulle due vette delle Apuane per il salvataggio di una donna infortunata a una caviglia e un uomo attaccato dal rettile

Più informazioni su

È stata recuperata con l’elicottero un’escursionista che nel pomeriggio si è infortunata alla caviglia mentre si trovava sul sentiero 37 alle pendici del Pizzo d’Uccello, sulle Alpi Apuane. Necessario l’intervento del Soccorso Alpino e Speleologico Toscano che è intervenuto con la squadra di Carrara e Lunigiana. La donna è stata raggiunta da un tecnico del Sast. Alle operazioni di recupero, che sono andate avanti circa tre ore, hanno preso parte anche i tecnici della squadra di Lucca. L’infortunata, una volta stabilizzata, è stata recuperata a bordo dell’elisoccorso Pegaso 3.

Quasi in contemporanea all’intervento sul Pizzo d’Uccello, la stazione di Lucca del Sast è stata attivata per intervenire su un escursionista morso da serpente sul Monte Pisanino. L’uomo, originario di Lucca, che aveva percorso la “Bagola Bianca” è stato morso alla mano destra da un serpente ed ha provveduto da solo ad allertare i soccorsi. Sul posto, nonostante le nuvole presenti in quota, si è diretto Pegaso Uno, che ha provveduto al recupero in “hovering”, delicata operazione con stazionamento in volo sopra la vetta, verricellamento del tecnico di elisoccorso del Soccorso Alpino e recupero dell’infortunato. L’uomo è stato quindi trasportato in ospedale per le cure di rito. La mano si presentava infatti gonfia con evidenti segni di morso da rettile.

«La tecnica dell’hovering – precisa il Sast – non comporta il verricellamento del tecnico, ma è una manovra che prevede l’avvicinamento al luogo dell’incidente adottando una manovra di volo stazionario; l’elicottero si mantiene fermo a poca distanza dal terreno, a volte appoggia un solo pattino. La manovra risulta particolarmente delicata ed impegnativa per il pilota che deve mantenere l’elicottero in equilibrio; lo sbarco dei soccorritori e l’imbarco dell’infortunato devono avvenire con la massima delicatezza ed in perfetta sintonia.

Più informazioni su