LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Degrado in piazza Menconi: ubriaco stramazza a terra, interviene il 118

Non è il primo episodio di questo genere, ci dicono i residenti. La petizione per debellare l'abbandono di questa zona di Marina di Carrara ha superato le 600 firme

Sgomento e preoccupazione in piazza Menconi a Marina di Carrara: intorno alle 19.30 di stasera, lunedì, un uomo sulla quarantina di origine straniera stava camminando quando a un certo punto, forse ubriaco, è stramazzato a terra. Subito un passante ha chiesto l’intervento del 118 e dopo pochi minuti sul posto si è recata un’ambulanza della Pubblica Assistenza che ha soccorso l’uomo e l’ha trasferito al pronto soccorso dell’ospedale delle Apuane in codice giallo.

Probabile, hanno raccontato i testimoni che hanno assistito alla scena, che quanto accaduto fosse dovuto all’assunzione di alcolici o sostanze stupefacenti da parte dell’uomo. Una situazione di degrado non nuova purtroppo per questa zona centrale di Marina per la quale i residenti chiedono da molto tempo e a gran voce maggiori controlli e sanzioni. Ieri sera, per esempio, ci hanno detto, è stato richiesto l’intervento dei carabinieri perché alcuni balordi stavano con insistenza chiedendo l’elemosina a una signora anziana.

Oltre 600 cittadini hanno firmato una petizione indirizzata al sindaco Francesco De Pasquale e al comando di polizia municipale affinché si intervenga in modo efficace per debellare le situazioni di degrado «dovute – è scritto – per lo più a individui costantemente in preda a fumi dell’alcool o di sostanze stupefacenti che “vivono” in piazza o nella pineta attigua (davanti alla comando della Guardia di Finanza). In pieno giorno di assiste quotidianamente a risse, urla. Usano la piazza e le panchine come una cloaca a cielo aperto, vomitando e rendendo impossibile la vita a chi come noi vogliamo vivere la piazza in maniera civile e conviviale. Vogliamo che la piazza torni ad essere centro di aggregazione per le nostre famiglie, per i nostri bambini, per i nostri anziani».

Non solo, nella petizione si chiede anche una limitazione della velocità del traffico automobilistico: «nel tratto – è riportato – del viale XX Settembre compreso tra largo Alpini Alpi Apuane e il viale Da Verrazzano. In questi anni ci sono stati numerosi incidenti che hanno coinvolto soprattutto pedoni investiti anche sulle strisce di attraversamento pedonale e per pura casualità non ci sono stati morti. Le auto e le moto devono rallentare. I pedoni vanno salvaguardati».