LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Bellugi, posizionato il monolite. Spunta una lapide: «Amministrazione fascista»

Le parole di Piero Calamadrei per contestare l'opera che sarà inaugurata il prossimo giovedì 21 marzo al parco dei Quercioli

Più informazioni su

Giovedì 21 marzo si terrà l’inaugurazione del monolite con su scritta la poesia Primavera de Massa di Ubaldo Bellugi. La base dell’opera in piazza dei Quercioli è stata già posizionata. E’ alta più o meno un metro e sessanta e giovedì verrà ulteriormente innalzata: un’opera imponente, nell’insieme quasi quattro metri di altezza. Durante la protesta di ieri ai suoi piedi i manifestanti hanno posto una sorta di lapide con una colonna in marmo dedicata a “Ubaldo Bellugi, podestà fascista massese” e con le parole rivisitate di Piero Calamadrei in risposta a Albert Kesselring, comandante in capo delle forze di occupazione tedesche in Italia che rivendicò l’idea di un monumento in suo onore. Nel 1952, infatti, in considerazione delle sue “gravissime” condizioni di salute, il comandante fu messo in libertà e tornato in patria fu accolto come un eroe dai circoli neonazisti bavaresi. Dopo il suo rientro a casa Kesselring dichiarò pubblicamente che non aveva proprio nulla da rimproverarsi, ma che – anzi – “gli italiani dovevano essergli grati per il suo comportamento durante i 18 mesi di occupazione”, tanto che avrebbero fatto bene a erigergli un monumento. La risposta di Calamandrei venne incisa su una lapide che ancora oggi è collocata nell’atrio comunale di Cuneo. La rivisitazione di quella frase è stata riportata sulla lapide “dimostrativa” di Ubaldo Bellugi: “Lo avrai podestà Bellugi il monumento che questa amministrazione fascista tanto vuole, ma ciò che verrà ricordato lo decidiamo noi. A vergogna di questa Giunta e a monito dei venturi, come usata in tempi remoti dedichiamo questa “Colonna infame” al podestà, picchiatore, fascista Ubaldo Bellugi”.

E non si fermano qui le polemiche di pro e contro. A sostegno dell’amministrazione è arrivato un comunicato dell’associazione “Civici Apuani”: «Giovedì 21 marzo, alle ore 11, si terrà nel parco adiacente al Santuario dei Quercioli, l’inaugurazione della stele in memoria di Ubaldo Bellugi. È ora di dire basta alla strumentalizzazione politica che altera i principi fondamentali della cultura! La cultura non ha colori, forme e pregiudizi, bensì arricchisce ogni uomo con le sue consapevolezze, idee, pensieri ed opinioni”. Afferma Filippo Badiali, attore dialettale ed osservatore della sezione Cultura dell’associazione Civici Apuani. La poesia in questione, “Primavera de Massa”, è priva di ogni riferimento politico ed è un omaggio alla nostra citta. L’associazione Civici Apuani invita tutti i cittadini, che si sentono liberi di apprezzare la cultura massese, a partecipare all’evento».

Più informazioni su