Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Juniores Nazionali, Massese perde di misura con la capolista foto

Bianconeri regalano il primo tempo, poi reagiscono nella ripresa con Mazzei ma alla fine i liguri hanno la meglio

Più informazioni su

Massese – Fezzanese 1 – 2

Massese: Pinarelli, Biancardi (85° Gonzalon), Bonni, Antoniotti, Magazzù, Granai, Vietina (46° Latif), Rava, Balestri, Mazzei, Manfredi (90° Evani). All. Conti A disp.: Barbieri, Galloni.
Fezzanese: Bleve, Parziale, Balito, Esposito, Foce, Salku, Capasso (54° Rrokaj), Fabiani (77° Russi), Campagni (77° Frolla), Cidale, Saporiti. All. Bonati A disp.: Rossi, Delvigo, De Bellis, Ridondelli, Caridi, Franceschini.
Arbitro: Sig. Riccardo Comandè di Livorno
Assistente N°1: Sig. Luca Perlamagna di Carrara
Assistente N°2: Sig. Tommaso Loreto di Empoli
Marcatori: 33° Capasso (F), 74° Mazzei (M), 84° Saporiti (F)
Note: ammoniti Magazzù (M), Rrokaj (F), Mazzei (M) e Bonni (M), angoli 4 – 5, rec. 1′ e 5′

MASSA- La Massese di mister Marcello Conti perde 2-1 gli Oliveti contro al prima in classifica Fezzanese. Bianconeri che regalano il primo tempo per poi reagire nella ripresa, raggiungendo il pareggio e giocando bene. Poi la punizione dal limite, battuta magistralmente da Saporiti, condanna i bianconeri che però escono a testa alta, dimostrando carattere e buona organizzazione. A pesare negativamente della gara della Massese i molti assenti e la decisione dell’ultimo minuto di giocare allo stadio anzi che nel sintetico del “Raffi” di Romagnano, terreno al quale Mazzei e compagni sono abituati. La Fezzanese con questa vittoria e si porta a +5 dalla coppia Savona/Real Forte Querceta che si impongono rispettivamente su Sanremese e Ligorna. La Massese si trova invece in 9° posizione, sotto di un punto ai pisani del Ponsacco.

La Cronaca

Primo tempo a favore della capolista che pressa molto e passa in vantaggio al 33°: Saporiti conclude a rete, Pinarelli respinge il pallone che è preda di Cidale, il portiere di casa si supera e respinge nuovamente, ma nulla può sulla conclusione vincente di Capasso. Pinarelli ancora sugli scudi quattro minuti dopo ad evitare il raddoppio sulla stoccata da fuori area di Esposito.

Nella seconda frazione mister Conti cambia modulo e la squadra inizia a giocare. Al minuto 72 su un perentorio colpo di testa di Mazzei, ci vuole una grandissima parata di Bleve per evitare il pareggio, il portiere spezzino con un gran colpo di reni alza in angolo il pallone prima che questo lo scavalchi e si insacchi alle sue spalle. Al 74° arriva comunque il punto del pari per i locali proprio con Mazzei che incorna un calcio d’angolo e riporta tutto in equilibrio. La Massese prende fiducia e crede nella vittoria ma la prima della classe non demorde e dimostra anche buone capacità difensive. Il match si decide all’84° quando la Fezzanese conquista un calcio di punizione, sul pallone si porta Saporiti che realizza il gol della vittoria, replicando il decisivo sigillo di sette giorni prima tra le mura amiche contro la Sanremese.

Di seguito le parole di mister Conti: “Ieri mancavano 4 giocatori tra cui Giorgi, Groppi, Poggi e Nardini, aggregato alla prima squadra, e in più abbiamo un paio di uomini rientrati da poco. Nel primo tempo eravamo contratti e abbiamo giocato male, merito anche degli avversari che avrebbero potuto raddoppiare. Nella ripresa abbiamo tirato fuori orgoglio e spirito combattivo. Dopo il pareggio abbiamo avuto altre due palle per andare avanti, ricordo che davanti avevamo la prima in classifica. Ho cambiato modulo e siamo riusciti a prendere campo, mettendoli in difficoltà. Potevamo vincerla ma poi in uscita abbiamo perso palla e da lì è nata la punizione del gol. Non voglio alibi, ma devo dire che noi siamo abituati a giocare al “Raffi” in un terreno di gioco dove si gioca bene la palla. Allo stadio in questo momento non si controlla al meglio, infatti abbiamo iniziato a giocare sulle seconde palle mettendo gli avversari in difficoltà. Però abbiamo perso contro un’ottima squadra, per questo faccio comunque i complimenti ai miei ragazzi”.

Più informazioni su