LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Trentasei telecamere per Aulla: il sistema è attivo h24

Collaudata e ufficialmente funzionante la videosorveglianza. Il sindaco Valettini: «A breve sarà ultimato un accordo con la vigilanza privata per la tutela degli edifici di proprietà comunale»

Più informazioni su

Collaudato e ufficialmente funzionante il nuovo sistema di videosorveglianza voluto dal sindaco Roberto Valettini e dall’amministrazione comunale per tenere controllata non solo la città ma anche le frazioni di Aulla.

L’attuazione del progetto, messo a punto dalla ditta Bridge 129, è stato possibile grazie a un contributo di 20mila euro ottenuto attraverso un bando della Regione Toscana e a un cofinanziamento da parte delle casse comunali. Per quanto riguarda nello specifico il bando, il Comune di Aulla ha ottenuto il massimo finanziabile e il progetto presentato presso il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica di Massa-Carrara è stato l’unico ad essere stato approvato senza osservazioni.

“Questo è un progetto importante e nuovo di cui andare fieri – commenta in una nota il consigliere che si è occupato di tutto l’iter Achille Fiorentini – che ha seguito un lungo percorso burocratico per poter consegnare alla comunità un sistema di prevenzione all’avanguardia e che per la prima volta coinvolge in modo globale tutto il territorio. Abbiamo sfruttato appieno un bando regionale per arrivare a costruire una rete che dia 36 occhi su tutto il Comune tra videosorveglianza vera e propria e lettura delle targhe. Siamo consapevoli che questo strumento è importante e utile solo se andrà di pari passo con un continuo ingrandimento dei punti controllati, una sinergia importante con le Forze dell’ordine e una collaborazione con tutti i cittadini, perché il Comune è di tutti e siamo chiamati ad averne cura e rispetto insegnando le buone pratiche del vivere in società prima di tutto a noi stessi.”

“Determinante – prosegue il consigliere – che questo strumento sia di supporto alle Forze dell’ordine, che come amministrazione vogliamo sempre e costantemente ringraziare per tutto quanto fatto. La nostra città deve essere più sicura, ma sappiamo quanto sia difficile per chi vive nella legalità sopportare e combattere i pochi che della illegalità vivono. Non ci resta che attivare tutte gli strumenti che la legge ci consente per creare deterrenza e un rinnovato senso di sicurezza. Un ringraziamento particolare agli uffici comunali che hanno reso possibile nei tempi previsti la realizzazione del progetto.”

Il sindaco Roberto Valettini lo aveva promesso: “Grazie all’impegno del consigliere Achille Fiorentini è stato finalmente realizzato un progetto importante nell’interesse dei cittadini, dei commercianti e della collettività tutta. Ci siamo impegnati nel fare tutto ciò che potevamo sul tema sicurezza, e ricordiamo che questa amministrazione è anch’essa parte offesa in questa situazione. Abbiamo richiesto e ottenuto l’aumento dei Carabinieri, abbiamo emesso l’ordinanza per l’emissione del Daspo Urbano, abbiamo installato questo nuovo strumento e a breve sarà ultimato un accordo con la vigilanza privata per la tutela degli edifici di proprietà comunale. Aulla deve tornare a essere una cittadina tranquilla nella quale non bisogna aver paura di aprire attività o investire.”

Si ricorda che le telecamere sono 36, distribuite nelle aree più sensibili del territorio e che i filmati saranno gestiti rispettando le normative privacy vigenti.

Più informazioni su