Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Carrarese eSports, il capitano Vincenzo Longo fa luce sul nuovo progetto azzurro

La presentazione ufficiale del progetto, tramite conferenza stampa al "Dei Marmi", è fissata per la prima settimana di ottobre

Carrarese eSports, il capitano Vincenzo Longo fa luce sul nuovo progetto azzurro
Toscana - C'è grande curiosità nella città di Carrara per il nuovo e originale progetto della Carrararese Calcio 1908. Per i meno informati è nata da poco più di una settimana la Carrarese Calcio eSports, una vera e propria squadra parallela che affronterà il campionato di Serie C virtuale del noto gioco elettronico della EA Sports Fifa 19.

Per chi non è pratico di videogames tutto questo può sembrare assurdo, e forse lo è, ma i numeri dimostrano che questo "sport", chiamato appunto eSport, è già a un livello tale da non poter non essere preso in considerazione da chi ha un idea di calcio moderno e lungimirante. Per fare qualche esempio, hanno la loro squadra eSports tutte le società europee più importanati e non, giocatori famosissimi del passato e del presente come Gullit e Ozil hanno creato la loro squadra personale, l'ex portiere della Nazionale Marco Amelia ha annunciato di aver fondato una squadra il 13 settembre, la Roma ha appena stretto un accordo, biennale, con il colosso del videogaming EA Sport e il presidente del Napoli De Laurentis ha dimostrato di essere veramente ben informato sull’argomento, annunciando l'entrata nel mondo virtuale della squadra partenopea e pronosticando che anche in Italia vedremo molti più club calcistici fondare team esportivi. Per quanto riguarda la Serie C la prima squadra è stata il Piacenza che ha preceduto di qualche mese la Carrarese, secondo realtà di terza serie a intraprendere questa nuova avventura.

La presentazione ufficiale del progetto, tramite conferenza stampa al "Dei Marmi", è fissata per la prima settimana di ottobre quando il capitano e vice, Vincenzo Longo e Mirko Morabito, rispettivamente di Imola e Livorno, presenteranno la squadra, già "farcita" di selezionati carrarini e massesi, e risponderanno alle curiosità della stampa locale.

Intanto abbiamo raggiunto telefonicamente il capitano Vincenzo Longo che ha chiarito i primi dubbi:

Che esperienza hai nel noto gioco Fifa?

"Gioco a ProClub 11vs11 dal 2010 sia in squadre di club che nazionale. Negli ultimi anni ho scelto di fare anche l'allenatore e CT".

Puoi spiegarci cosa è il il ProClub?

"E' una modalità di gioco di FIFA dove si gioca 11 contro 11 e ognuno comanda un singolo giocatore, componendo così una squadra di calcio. Un'altra modalità, quella più classica, è l'uno l'1vs1 dove un giocatore muove tutte le "pedine" della propria squadra. Molte società professionistiche hanno scelto questa seconda modalità per motivi che adesso evito di spiegare ma noi riteniamo che l'11vs11 sia la più vicina alla realtà e abbia più prospettive future. Ovviamente in entrambe le modalità si può giocare sia per divertimento, sia in competizioni ufficiali".

Che competizioni ufficiali ci sono?

"Possiamo dire che le competizioni rispecchiano la realtà. Ogni paese ha il suo Campionato (suddiviso in categorie) e una nazionale. Sono previste competizioni internazionali sia di club, Champions League e Europa League, sia per le nazionali, Europei e Mondiali".

Quindi in un campionato eSports ci saranno squadra "reali" come la Carrarese e non?

"Esattamente ma quelle non "reali", come tu le hai definite, non vanno sottovalutate, perchè hanno dietro colossi e sponsor importanti, e in rosa giocatori di altissimo livello. Un esempio lampante è il team nato in settimana TeamAmelia, dell'ex nazionale Marco, che sarà anche l'allenatore, ma sono molte le squadre non conosciute nel calcio reale che hanno organizzazione e budget alle spalle. In Serie C "reali" ci saremo noi e il Piacenza ma troveremo molti altri avversari temibili".

Che cosa sono gli eSports?

Sono sport fatti però su un videogioco. Il livello e la qualità sono arrivati ad un eccellenza tale da essere equiparati agli sport reali. Per arrivare ad un buon livello servono talento, campetenze, tantissima esperienza e organizzazione. Non a caso hanno attratto sponsor di altissimo livello, il CONI sta valutando se inserirli tra le proprie disclipline sportive e il Comitato Internazionale Olimpico (CIO) e la Global Association of International Sports Federations (GAISF) stanno addirittura valutando di farli rientrare nelle Olimpiadi Parigi 2024".

Come vedi gli eSports da qui a 3 anni e perchè hai scelto la Carrarese?

"Questo è un mondo già esploso ma che ha ancora ampissimi margini di miglioramento. Ho deciso di intraprendere questa avventura con la Carrarese Calcio perchè nonostante sia ancora in Serie C ha obiettivi importanti e in Italia è molto conosciuta e reputata una società solida e di tutto rispetto. Carrara è una città molto ambiziosa e infatti ha capito le potenzialità di questo sport/settore e lo ha fatto in anticipo rispetto a moltissime squadre professionistiche. Merito anche dell'ASD Sportivamente che è il collante di questo progetto. Un'altro motivo per cui ho scelto Carrara è che l'associazione ASD Sportivamente ha gli stessi miei obiettivi, cioè unire il reale al virtuale tramite gli eSports e nel medio/lungo termine ha intenzione di organizzare tornei importanti che possano far divenare la città un punto di rifermento a livello nazionale".
Sabato 15 settembre 2018 alle 10:30:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News