Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 08.06 del 30 Marzo 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Stop sospensioni luce, gas e acqua a morosi fino al 3 aprile

Toscana - "Rinviate fino al 3 aprile, almeno, tutte le eventuali procedure di sospensione delle forniture di luce, gas e acqua per morosità. Lo ha deciso l'Autorità di regolazione per energia reti e ambiente - Arera che stanzierà fino a 1 miliardo per attuali e futuri interventi a favore dei consumatori, differite anche le più vicine scadenze previste dalla regolazione. Tutto questo per gestire al meglio l'emergenza Coronavirus".

A renderlo noto sono Mauro Bartolini e Valentina Sparavelli, dell'Adoc Alta Toscana, che vogliono portare all'attenzione dei consumatori le prime disposizioni di Arera per contrastare le criticità legate alla pandemia Covid-19. (https://www.arera.it/it/docs/20/059-20.htm)

"Non solo sono rinviate le sospensioni – proseguono – ma anche le forniture che erano state attaccate o limitate dal 10 marzo devono essere rialimentate. Poi, salvo ulteriori novità, dal 3 aprile il fornitore interessato a disalimentare o ridurre la fornitura del cliente moroso è tenuto a riavviare la relativa procedura di sospensione e procedere nuovamente alla sua costituzione in mora, dando così ulteriore tempo per mettersi in regola. La misura per l'elettricità riguarda tutti i clienti in bassa tensione e per il gas tutti quelli con consumo non superiore a 200.000 Smc/anno. Per il settore idrico si fa riferimento a tutte le tipologie di utenze domestiche e non domestiche. Il conto, istituito alla Cassa per i servizi energetici e ambientali, avrà il compito di sostenere le straordinarie esigenze di immediata disponibilità di risorse finanziarie per garantire, nella fase di emergenza in corso, la sostenibilità degli interventi regolatori a favore dei clienti finali nei settori di competenza dell'Autorità. Potrà essere finanziato, al momento, con una somma che può arrivare a un miliardo di euro. Questo per il momento – concludono i rappresentanti di Adoc Alta Toscana – ma l'Autorità potrà intervenire con altri provvedimenti, anche d'urgenza, se dovessero emergere ulteriori effetti nei settori di propria competenza delle misure governative di contenimento dell'epidemia da Sars-CoV-2".

Sabato 14 marzo 2020 alle 11:03:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara







-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News