Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Trasporto pubblico, il governatore Rossi presenta esposto contro Mobit

Secondo il presidente della Toscana, c'è stata una violazione nei confronti del legittimo aggiudicatario. Il gestore uscente: «Respingiamo le accuse al mittente»

bus e 'veleni'
Trasporto pubblico, il governatore Rossi presenta esposto contro Mobit
Toscana - Nelle prossime ore il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, indagato per turbativa d'asta nell'inchiesta che riguarda l'affidamento della gestione del servizio Tpl, depositerà un esposto alla Procura della Repubblica di Firenze contro le società consorziate in One Scarl (Mobit) ovvero contro gli attuali gestori del servizio di trasporto pubblico locale. L'esposto nasce «dalla violazione dell'obbligo della messa a disposizione del legittimo aggiudicatario della gara Tpl (Autolinee Toscane) dei beni necessari per la gestione del servizio pubblico».

«Dall'evidenza dei fatti – scrive la Regione in una nota – emerge che i gestori uscenti continuano a utilizzare la disponibilità che hanno dei beni (peraltro acquisiti con contributi pubblici) per impedire l'attuazione della gara, rifiutandosi, con atteggiamenti dilatori e ostruzionistici, di procedere al trasferimento dei beni essenziali per l'esercizio di servizio di Tpl, beni che, si ripete, hanno il vincolo di destinazione per il trasporto pubblico medesimo. Il rifiuto, peraltro, non è sorretto da fondate motivazioni, in considerazione del fatto che lo stesso Consiglio di Stato, in data 15 giugno 2020, ha respinto la richiesta di sospensione dell'aggiudicazione, avanzata da Mobit, ritenendo prevalente l'interesse pubblico alla sottoscrizione del contratto».

Mobit, intanto, tiene a precisare che, in riferimento all’indagine in corso, «il Consorzio è semplicemente parte offesa e che come tale sta collaborando con le autorità inquirenti nella misura in cui è consentito dalla legge. Rimettiamo invece al mittente le accuse che vogliono questa indagine come un tentativo di “bloccare” la gara del Tpl che ha visto recentemente fissata la data dell’udienza di merito del Consiglio di Stato per il prossimo 8 ottobre e le cui dinamiche processuali, tutt’altro che concluse procedono indipendentemente dall’inchiesta penale».

«Esprimiamo solidarietà ai nostri consorziati – aggiunge Mobit – che hanno ritenuto di presentare un esposto sulla vicenda della gara Tpl limitandosi a esporre alle autorità inquirenti i fatti accaduti. Aspettiamo, fiduciosi nell’operato dei magistrati, gli esiti dell’indagine per comprendere cosa sia effettivamente accaduto nell’interesse di tutti i cittadini».
Giovedì 18 giugno 2020 alle 11:32:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Contagi e vittime sono in calo da tempo in Italia e i numeri del Covid sono quelli che si registravano a febbraio nei primissimi giorni della futura pandemia. Voi quali sensazioni avete oggi?


















Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News