Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 22.44 del 18 Ottobre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Sciopero della fame per i diritti dei detenuti

Sotto la lente del garante la nuova riforma carceraria

Solidarietà
Sciopero della fame per i diritti dei detenuti
Toscana - Si è conclusa la prima fase dell’iniziativa lanciata dal garante regionale dei detenuti, Franco Corleone, per sollecitare l’attenzione sulle questioni della riforma del carcere e in particolare sul disagio psichico. Un digiuno per sensibilizzare, contribuire a salvare la riforma che ha chiuso gli Opg e offrire attenzione a chi è detenuto e ha problemi psichiatrici.«Sono molto soddisfatto per le tante espressioni di solidarietà, condivisone e apprezzamento che si sono manifestate in questi giorni. Sia da parte di cittadini che di associazioni e personalità», dice Corleone. A sostenere l'iniziativa i consiglieri comunali di Livorno Andrea Raspanti e Giovanna Cepparello e di Firenze Stefano Di Puccio, dal cappellano di Sollicciano don Vincenzo Russo, a Paolo Hendel e l’associazione ‘Progetto Firenze’, al presidente della Camera penale di Livorno, Nando Bartolomei.

Il garante è molto soddisfatto anche dell’interessamento manifestato dal presidente della Regione, Enrico Rossi, «che ha programmato una visita a Sollicciano proprio per superare i ritardi nell'attivazione di un’articolazione psichiatrica che non dovrà essere una sezione carceraria, ma un luogo con gestione sanitaria prevalente, se non esclusiva – spiega Corleone – . In questo modo, si attuerà nei fatti la previsione che incomprensibilmente è rimasta nel cassetto».

Il garante ha annunciato che lunedì e martedì sosterrà altri due giorni di digiuno, «per mantenere viva l’attenzione su una vicenda che non può essere confinata nel silenzio. Siamo tutti in attesa – chiude Corleone – della pubblicazione dei decreti che sono sopravvissuti alla decimazione, per verificare quanto di positivo comunque vi sia».
Sabato 13 ottobre 2018 alle 12:32:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News