Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 10.06 del 10 Luglio 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Luna Park Vittoria Apuana, giostrai manifestano sotto il Comune: "Sindaco, non ci lasci morire di fame" | Foto

Luna Park Vittoria Apuana, giostrai manifestano sotto il Comune: `Sindaco, non ci lasci morire di fame`<span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/fotogallery/giostrai-in-protesta-a-forte-dei-marmi-836_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Foto</a></span>
Toscana - “Sindaco di non farci morire, non costringere cinquanta aziende in enormi difficoltà a causa del covid-19 a chiudere definitivamente”. Questo l’appello delle imprese di spettacolo viaggiante che ogni estate da oltre 40 anni gestiscono il luna park di Vittoria Apuana che sono state sfrattate all’amministrazione comunale di Forte dei Marmi. Il sindaco Bruno Murzi ha deciso che da quest’anno il luna park con la sue giostre non esiste più.

Un appuntamento fisso da tre generazioni, un luogo di incontro e divertimento anche per tanti cittadini apuani che doveva ripartire il prossimo 4 luglio. “È dal 1977 che lavoriamo a Vittoria Apuana – spiega Luciano Giardi, rappresentante e portavoce dei giostrai - Anche con le diverse amministrazioni abbiamo sempre avuto un rapporto costruttivo e collaborativo partecipando anche ad iniziative per la comunità”, ma il sindaco Murzi non ne vuole sapere. “Abbiamo sempre pagato tutte le imposte nazionali e comunali, come il suolo pubblico, oltre che le forniture di acqua ed energia – sottolinea Giardi – Anche noi siamo stati duramente colpiti dalla crisi economica dovuta al coronavirus e dobbiamo lavorare se non vogliamo morire di fame, abbiamo famiglie e bambini anche noi, non possiamo permetterci di non lavorare per altri due mesi”. Il Comune di Forte dei Marmi aveva trovato una postazione alternativa, vicino all’uscita dell’autostrada ma secondo il Consorzio di Versilandia non è il luogo adatto, è troppo piccolo, e rischierebbe di lasciare fuori alcuni lavoratori.

Oggi, 18 giugno, a pochi giorni dalla partenza, tutti i componenti del Consorzio insieme alle loro famiglie, si sono ritrovati sotto il Municipio per far sentire la loro voce e chiedere al sindaco Murzi un incontro per trovare una soluzione definitiva o quanto meno avere chiarimenti. “Avevamo firmato un accordo per trasferirci in un altro luogo – chiariscono i manifestanti – ma è anche vero che quel patto prevedeva che il Comune avrebbe allestito la nuova area nei modi necessari e nei tempo utili per consentirci di lavorare, e purtroppo non è accaduto. Anche l’amministrazione ha dovuto pensare a cose più importanti, e lo capiamo, ma chiediamo al primo cittadino di capirci perché anche noi abbiamo bisogno di lavorare per poter andare avanti. Per questo chiediamo al sindaco e al consiglio comunale di mettersi una mano sulla coscienza e id non lasciare in mezzo a una strada noi e le nostre famiglie, almeno per quest’anno. Poi – concludono – finita la stagione, mettiamoci sediamoci ad un tavolo e scegliamo insieme una location che vada bene a tutti, dove nessuno resta escluso”.
Giovedì 18 giugno 2020 alle 22:27:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fotogallery


Notizie Massa Carrara




-


















Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News