Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 07.00 del 30 Marzo 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Coronavirus, sospesi alcuni servizi. E a Pontremoli il sindaco segnala una donna

A partire da domani 29 febbraio la guardia medica non garantirà l'accesso all'ambulatorio, chiusi alcuni centri prelievo

Coronavirus
Toscana - Nel primo pomeriggio di oggi, a seguito di comunicazione ricevuta da parte dell'Azienda Asl Toscana Nord Ovest (Dipartimento di Prevenzione Area Funzionale di Igiene Pubblica e Nutrizione, Zona Lunigiana) il sindaco di Pontremoli ha provveduto a far notificare ad una concittadina pontremolese un'ordinanza restrittiva per l'avvio della misura della quarantena presso la propria residenza. Lo fa sapere lo stesso primo cittadino che nel merito spiega che tale provvedimento si è reso necessario, come da disposizioni ministeriali e regionali, nonché da protocollo della stessa Azienda Asl. La donna avrebbe avuto un contatto diretto, sul luogo di lavoro in Regione Emilia Romagna, con due casi confermati di malattia infettiva Covid 19. Ora è in buone condizione di salute ed allo stato attuale delle cose non manifesta sintomi che evidenzino esserle stato trasmesso il medesimo virus.

Il Comune informa inoltre che è stata disposta la misura dell'isolamento fiduciario attivo per i familiari conviventi, anch'essi ad oggi esenti da qualunque sintomo. E che la situazione è costantemente sorvegliata e monitorata dal personale sanitario competente.


Coronavirus, l'Asl: guardia medica, cambiano le modalità di contatto
A partire da domani 29 febbraio, il servizio di continuità assistenziale (ex guardia medica) non prevede più l’accesso diretto in ambulatorio. Lo fa sapere l'Asl. I cittadini dovranno sempre contattare preventivamente via telefono il servizio, e il medico territorialmente competente valuterà la necessità dell’accesso all’ambulatorio.

Riunito il Comitato di partecipazione
Nella sede del centro direzionale Asl di via Cocchi a Pisa si è tenuto oggi (venerdì 28 febbraio) il Comitato di partecipazione, a cui partecipano i rappresentanti delle associazioni dei pazienti, delle associazioni di tutela, di promozione e di sostegno attivo, operanti nelle comunità locali.
Durante l'incontro il direttore sanitario, Lorenzo Roti, ha illustrato tutte le azioni messe in campo dall'Asl per contrastare la diffusione del Coronavirus sul proprio territorio: i canali di informazione ai cittadini, le procedure sanitarie applicate, le nuove misure di accesso a ospedali e pronto soccorso, il coinvolgimento dei medici di base e dei pediatri di famiglia, le modalità di intervento del Dipartimento di prevenzione su casi sospetti. Roti, insieme a Alessandro Iala, capo staff della Direzione aziendale, e a Tommaso Bellandi, responsabile Rischio clinico, hanno risposto anche alle domande e ai quesiti posti dai membri del comitato.

Servizi sul territorio: che cosa cambia
Nella zona distretto Apuane sono momentaneamente sospesi i punti prelievi al Distretto di Marina di Carrara, mentre ogni tipo di attività è sospeso al Distretto di Villette a Massa. Da mercoledì 4 marzo i prelievi saranno effettuati solo dopo prenotazione telefonica ai seguenti numeri di telefono: 0585 657620 (Casa della salute di Carrara); 0585 655138 (Distretto di Avenza); 0585 493741 (Casa della salute di Massa centro); 0585 493980 (Distretto di Marina di Massa); 0585 493959 (Casa della Salute di Montignoso). Sarà possibile effettuare le prenotazione per l’appuntamento dal lunedì al sabato dalle ore 11 alle ore 13. Le persone che necessitano di esami del sangue non immediati, sono pregate comunque di rimandare il prelievo ad un periodo successivo all’attuale emergenza.

Nella Zona distretto della Lunigiana, da lunedì 2 marzo a sabato 16 marzo prossimi, saranno adottate le seguenti misure: sospensione dei punti prelievi delle sedi di Albiano Magra, Barbarasco, Bagnone, Casola in Lunigiana, Comano, Licciana Nardi, Fosdinovo centro storico. Inoltre, per tale periodo, il sabato mattina non sarà attivo il servizio Cup della Casa della salute di Villafranca in Lunigiana. Continueranno a essere attivi tutti i giorni i servizi territoriali della Casa della salute di Aulla (Poliambulatorio), Casa della salute Pontremoli (presso il Cabrini), Distretto di Pontremoli (via Mazzini), Rustico di Pontremoli (presso ospedale), Presidio distrettuale di Fivizzano, Casa della salute di Villafranca in Lunigiana (eccetto il sabato), nuovo Presidio distrettuale di Caniparola (presso Centro Palomar), punto prelievi di Zeri (senza variazioni). Il servizio di guardia medica (continuità assistenziale) sarà utilizzabile via chiamata telefonica e non con accesso diretto ambulatoriale.

Info utili
Sul sito internet www.uslnordovest.toscana.it sono disponibili le informazioni utili sul Coronavirus compresi anche le nuove norme di accesso agli ospedali dell’Azienda USL Toscanaa nord ovest.

Donazioni sangue: si può continuare a donare in piena sicurezza
Si può continuare a donare sangue in piena sicurezza, senza correre alcun rischio. Non c’è infatti alcun allarme Coronavirus. I Centri trasfusionali dell’Azienda USL Toscana nord ovest evidenziano, come già sottolineato dalla Regione Toscana, che i donatori devono comportarsi come sempre, seguendo il fondamentale criterio dell’autosospensione in caso di sintomi da raffreddamento e febbre o altri sintomi simili. Un rallentamento delle donazioni legate a timori che sono ingiustificati, potrebbe avere ripercussioni serie sull’efficienza del sistema. Il Centro Nazionale Sangue, per conto del Ministero, ha intanto emanato una circolare riguardante le misure da adottare in fase di selezione del donatore: ai donatori è richiesto di aspettare almeno 28 giorni prima di andare a donare se sono rientrati di recente da un viaggio nella Repubblica Popolare Cinese o se sono transitati ed hanno sostato dal 1 febbraio 2020 nei Comuni dove siano state disposte misure urgenti di contenimento del contagio (qui l’elenco). La sospensione riguarda inoltre, sempre per 28 giorni, donatori che siano stati esposti a rischio di contagio per contatto con soggetti con infezione documentata SARS-CoV2 e donatori con anamnesi positiva da SARS-CoV2. Per saperne di più MailScanner ha rilevato un possibile tentativo di frode proveniente da "www.uslnordovest.toscana.it" www.centronazionalesangue.it/node/813

Trapianti: il Centro nazionale dispone test su tutti i donatori
Ad oggi non sono state documentate trasmissioni mediante donazione di organi, tessuti e cellule. Tuttavia il Centro nazionale trapianti ha rafforzato le misure di prevenzione infettivologica sui donatori segnalati nelle Regioni italiane che hanno registrato casi di contagio.
Venerdì 28 febbraio 2020 alle 19:32:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara







-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News