Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Centri semiresidenziali per anziani, in Toscana riaprono dal 1° luglio

Assegnati 3 milioni di euro a Zone distretto e Società della Salute

Centri semiresidenziali per anziani, in Toscana riaprono dal 1° luglio
Toscana - Prevenire il contagio e tutelare la salute degli utenti e degli operatori in vista della riapertura, a partire dal prossimo primo luglio, delle strutture semiresidenziali per persone anziane. Sono questi gli obiettivi prioritari del Protocollo operativo a livello regionale approvato nell’ultima seduta di Giunta, su proposta dell’assessore al diritto alla salute, Stefania Saccardi. Contestualmente, la Giunta ha assegnato 3 milioni di euro alle Zone distretto e alle Società della Salute per l’attuazione degli interventi di sostegno e di supporto ai gestori delle strutture, laddove si renderanno necessari per garantire una graduale, sicura ed efficace ripresa delle attività.

“Il protocollo vuole essere uno strumento di supporto operativo messo a disposizione di Asl, Zone distretto, Società della Salute e gestori privati dei servizi, perché venga assicurata la massima sicurezza possibile degli ospiti e degli operatori nella fase di progressiva ripresa delle attività - spiega Saccardi -. L’eventuale riqualificazione delle attività diurne e la riprogrammazione delle mansioni del personale dovranno necessariamente scaturire da una forte sinergia tra i servizi territoriali esistenti, perché esistono molteplici realtà locali. Considerate la tipologia degli utenti, le dimensioni e le sedi di queste strutture - prosegue Saccardi - è chiaro che non potrà esserci un’unica formula organizzativa. Ogni formul a dovrà essere valutata in modo specifico. L’obiettivo primario che ci siamo posti è quello di garantire la qualità dell’assistenza in assoluta sicurezza. E per fare questo dovranno essere individuate le migliori modalità operative e messe in atto le opportune azioni per allestire e sanificare i locali nei quali si svolgeranno le attività. Non possiamo abbassare la guardia, nonostante i grandi risultati ottenuti nella lotta contro il Covid, risultati dovuti all’impegno straordinario di tutti gli attori del sistema sanitario regionale e dei cittadini toscani”.

Il protocollo, oltre a definire la riapertura delle attività dei Centri semiresidenziali a partire dal prossimo primo luglio e a fornire alcune indicazioni preliminari per garantire la necessaria sanificazione degli ambienti, disciplina, inoltre, la frequenza dei Centri da parte degli utenti, le modalità di riapertura e di trasporto, l’ingresso e la permanenza degli ospiti nella struttura, ulteriori disposizioni per gli operatori, la formazione del personale, la comunicazione che deve essere garantita quale concreto sostegno ai familiari di persone anziane e in particolare di persone con demenza, spesso associata a disturbi del comportamento.
Martedì 30 giugno 2020 alle 08:12:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Contagi e vittime sono in calo da tempo in Italia e i numeri del Covid sono quelli che si registravano a febbraio nei primissimi giorni della futura pandemia. Voi quali sensazioni avete oggi?


















Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News