LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 21.58 del 22 Aprile 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Zone Franche Urbane, Cna pronta a fare la sua parte

"Le agevolazioni sono importanti per dare fiato al territorio ma non sono l'unico elemento di cui le imprese necessitano per continuare ad esistere".

SVILUPPO ECONOMICO
Zone Franche Urbane, Cna pronta a fare la sua parte
Provincia - "Zone Franche Urbane occasione unica e irripetibile per rilanciare le nostre micro e piccole imprese": ne è convinta Cna che attende con molto interesse l'incontro di presentazione in programma venerdì 13 aprile nella sala del consiglio comunale di Massa. Tante sono le aspettative, così come l'attesa dei contributi e delle agevolazioni di cui potranno beneficiare imprese e professionisti.

"Ci aspettiamo che Ministero, in occasione dell'incontro – anticipa Paolo Ciotti, Direttore Cna Massa Carrara - ci fornisca qualche elemento in più visto che oggi ci atteniamo ancora alla documentazione iniziale, che risale al 2009, oltre che da fonti del Ministero dello Sviluppo Economico. L'analisi del sindaco di Massa ci trova perfettamente d'accordo: siamo concordi nel ricordare la necessità che siano le aziende le reali beneficiarie degli incentivi e delle agevolazioni: per questo motivo offriamo fin da ora la nostra disponibilità a funzionare come sportello operativo sia per le informazioni che per le eventuali domande da predisporre alle aziende che avranno i requisiti". Secondo la principale associazione degli artigiani la partita dei requisiti sarà fondamentale per distribuire con puntualità le risorse.

Per Cna le risorse che le zone franche urbane metteranno a disposizione rappresentano "un salvagente per il comparto produttivo artigianale già insediato": "qualche dubbio – spiega ancora il Direttore di Cna – resta sulla possibilità che questa misura diventi un elemento attrattivo per nuovi investimenti. Questa considerazione muove dal fatto che in primo luogo l'agevolazione concessa, dovrebbe far riferimento, almeno così si deduce da bandi similari emessi, alle imprese che alla data di presentazione della domanda, abbiano la sede principale o l'unità locale dove si svolge l'attività all'interno della Zona Franca Urbana: tutto questo ci lascia pensare che l'azienda sia già ad oggi inserita nel contesto produttivo economico del territorio. Senza contare che se da un lato comunque questo aspetto di agevolazione agirebbe positivamente, dall'altro l'attrattività di un contesto produttivo non può prescindere da altri aspetti, primo fra tutti la gestione delle viabilità e dei servizi accessori alle imprese".

L'analisi di Cna prosegue: "Sarà importante capire anche alla luce della scomparsa del Consorzio Zona Industriale – spiega ancor Ciotti - che aveva titolarità di diverse strade all'interno delle zone produttive artigianali di Massa, ma allo stesso modo non possiamo pensare che siano attrattive aree come quella di Battilana, in cui manca completamente l'asse viario e solo a breve le imprese avranno finalmente". Infine una chiosa sui servizi accessori e sulla cantieristica: "Le agevolazioni – conclude Ciotti – sono importanti per dare fiato al territorio ma non sono l'unico elemento di cui le imprese necessitano per continuare ad esistere".
Mercoledì 11 aprile 2018 alle 11:24:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Luca Borghini

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News