Ultimo aggiornamento ore 22.39 del 21 Agosto 2017

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Più ombre che luci per l'economia apuana. Ecco tutti i dati

Non è soddisfatto il presidente della Camera di Commercio Dino Sodini: "Ci aspettavamo una situazione migliore"

Più ombre che luci per l´economia apuana. Ecco tutti i dati
Provincia - Artigianato ancora in calo, edilizia malissimo, la nautica rinizia a crescere, export giù per il secondo anno consecutivo, rimbalzo negativo per il marmo, disoccupazione su: la più alta del centro-nord. Sono i dati del 2016 più significativi che si possono leggere nel Rapporto Economia 2016 elaborato come ogni anno dall'Istituto Studi e Ricerche (Isr) della Camera di Commercio e presentato nel giardino di Villa Schiff, sede del Comune di Montignoso.

L'ultimo rapporto economia della storia dell'ente camerale apuano, dal momento che il prossimo anno, la Camera di Commercio si fonderà con quelle di Lucca e Pisa. "Conteremo solo per il 20% – ha evidenziato in apertura nella sua relazione il presidente Dino Sodini – e questa cosa non ci piace. Il territorio perde un altro elemento significativo a sostegno dell'economia locale e delle imprese". Sull'altro fronte, però, l'Isr verrà mantenuto come unica azienda speciale della nuova super-Camera di Commercio che si chiamerà "Toscana Nord-Ovest": quindi il rapporto economia sul nostro territorio, con ogni probabilità, continueremo ad averlo. A commento dei dati, Sodini, ha ammesso che si aspettavano una situazione migliore.

Ma arriviamo ai dati.

OCCUPATI E DISOCCUPATI
Partiamo dal dato macroeconomico più importante, il tasso di disoccupazione che nel 2016 è passato dal 12,4% al 16,6%, il numero più alto del centro-nord. Nella graduatoria nazionale la provincia apuana è all'83esimo posto su 110 province. Le persone in cerca di un lavoro a Massa-Carrara sono aumentate di 3.643 unità e gli occupati sono calati di 3.950 unità. Esorbitante il tasso di disoccupazione giovanile (15-29 anni) che è al 48,9%.

IMPORT-EXPORT
Dopo un triennio record (2012-13-14) da parte delle imprese apuane, si conferma nel 2016 il dato già negativo ottenuto 2015 (-9%): nell’ultimo anno la variazione sfavorevole è stata del -10,1% su base annua, pari a meno 207 milioni di euro, che hanno portato il totale delle vendite a poco più di 1,8 miliardi di euro. Nello stesso arco di tempo Toscana +0,6% e Italia +1,2%. Se escludiamo la componente delle Macchine ed apparecchiature si avrebbe una variazione lievemente positiva del +1,7%.
Male anche l’Import pari a 368 milioni di euro, -13,4% rispetto al 2015. Toscana -0,2%, Italia -1,3%.

MARMO
Anno 2015 record storico in valore: export di 538 milioni complessivi, marmo e granito lavorato 367 milioni di euro (+8,4%), marmo grezzo 171 milioni (+8%).
Anno 2016 frenata, export 511 milioni complessivi (-4,9%), marmo e granito lavorato 357 milioni di euro (-2,7%), marmo grezzo 154 milioni (-9,6%).
L'escavato dalle cave di Carrara si attesta a 3,2 milioni di tonnellate (-4,9%), il valore più basso degli ultimi decenni, di cui: blocchi 869mila (-5,8%), il valore più basso dal 1987, scaglie bianche 1,2 milioni (-8,4%), scaglie scure 1 milione (+21%), terre 97mila (-62%), blocchi da scogliera 32mila (-39,4%).
Utili record per il lapideo (sia estrattivo che manifatturiero) nel 2015: mediamente ogni società di capitale ha prodotto un utile di oltre 300 mila euro, 7 volte maggiore a quello medio generale delle imprese locali e paragonabile ai ricavi medi di una micro impresa.

PORTO
I traffici del porto di Marina di Carrara sono in aumento e passano da 1,4 milioni di tonnellate a 1,9 milioni di tonnellate grazie all'arrivo delle navi Grendi.

AGRICOLTURA
Il settore agricolo conta 1.401 imprese, in aumento del +0,36% (era stato del +0,95% nel 2015). Toscana -0,68% Italia -0,62%. Il secondo anno di risultati positivi dopo anni non favorevoli. Nel dettaglio Agricoltura, silvicoltura e pesca +1,07% (1.130 unità), Industria alimentare e bevande -2,6% (271 unità). I tre comuni più 'agricoli' della provincia sono: Massa, Fivizzano e Carrara.

INDUSTRIA
Riparte l'industria ma sotto i livelli regionali. In difficoltà le piccole realtà. La produzione a Massa-Carrara è aumentata del 2,1%, TOS +2,6%. Il fatturato in provincia si è attestato al +1,3%, mentre la media toscana è del +3,2%. C'è da tener conto però che siamo ancora lontanissimi dai livelli pre-crisi (2007). Da allora la produzione ha perso il 32,5%: pezzi importanti della nostra economia sono scomparsi.

NAUTICA
Possiamo definirla la "novità 2016": consolidamento della ripresa della nautica da diporto (produzione +8,8%) che ha raggiunto valori che non si registravano almeno da una decina di anni a questa parte. Tale settore sta beneficiando da circa un biennio dello sblocco del leasing che ha ridato fiato soprattutto al segmento delle medio-grandi imbarcazione e al refitting. Ma, anche qui, rispetto al 2008 vi è da recuperare ancora il 44% della produzione.

EDILIZIA
Dall'indagine Isr risulta persistere nel 2016 lo stato di difficoltà del settore (-0,2% del fatturato), ma con un netto sgonfiamento delle perdite rispetto agli anni passati. Il comparto delle costruzioni sembra prossimo a raggiungere il punto di rottura, grazie al fatto che siamo entrati nel cosiddetto “settimo ciclo edilizio” che vede la ripartenza delle opere pubbliche (grazie soprattutto all’effetto terremoto e all’edilizia scolastica) e il consolidamento delle operazioni di ristrutturazione degli immobili. Ma c'è da sottolineare che dal 2010 si sono perse in provincia 520 aziende edili e 3mila occupati.

COMMERCIO
Continua il fenomeno di destrutturazione del settore commerciale: le attività al dettaglio fisso sono diminuite in provincia dal 2010 ad oggi del -8% (-275 unità), quelle non fisse sono cresciute del +20% (di cui ambulantato +200 unità).

TURISMO
I dati ufficiali del Comune di Massa segnalano per il 2016 un bilancio turistico in provincia in flessione, sia sugli arrivi (-2,0%) che sulle presenze (-3,5%), portando i movimenti complessivi a 1,044 milioni di giornate di permanenza, molto vicini dunque alla soglia “psicologica” del milione di giornate.
Venerdì 14 luglio 2017 alle 09:25:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara






VIDEOGALLERY
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore: Luca Borghini

Privacy e Cookie Policy