LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 21.55 del 21 Settembre 2017

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Mercato immobiliare, crolla Carrara (-5,5%)

Massa è la terza città Toscana per costo medio

Mercato immobiliare, crolla Carrara (-5,5%)
Provincia - I prezzi degli immobili residenziali in Toscana seguono il trend nazionale, e il loro calo, negli ultimi mesi, sta decelerando rispetto al passato avvicinandosi alla stabilità. Secondo l’ultimo Osservatorio sul Mercato Residenziale di Immobiliare.it, se rispetto all’anno scorso i valori delle abitazioni toscane sono scesi del 2%, nel primo semestre 2017 il calo è stato solo dello 0,7%, e guardando all’ultimo trimestre (marzo-giugno 2017) il calo si è fermato allo 0,6%. Per comprare un’abitazione in regione servono mediamente 2.429 euro al metro quadrato, valore che risulta essere il 27% più alto rispetto alla media nazionale (1.918 €/mq) e poco distante rispetto alla cifra rilevata nel Centro Italia (2.305 €/mq).

Tra le città toscane, ma anche a livello nazionale, Firenze è la più cara, con una media dei prezzi pari a 3.447 euro al metro quadro; insieme a Bologna, Milano, Potenza e Venezia è uno dei capoluoghi di regione, a livello nazionale, in cui la prima parte del 2017 ha portato a un aumento dei prezzi, qui pari allo 0,6%.

Nella classifica regionale, dopo Firenze, si posiziona Siena, dove la cifra richiesta per le abitazioni, a giugno 2017, era pari a 3.154 al metro quadro, dato più alto rispetto alla media regionale, ma che ha registrato un calo dell’1,9% negli ultimi tre mesi.

Al terzo posto si trova Massa, con una media di 2.834 euro al metro quadro, cifra che è diminuita dell’1,1% nell’ultimo trimestre, rispetto al calo annuale pari al 2,9% (giugno 2016-giugno 2017).
In linea con l’andamento regionale, Pisa è prossima alla stabilità: i prezzi richiesti per l’acquisto di case hanno registrato, su base annua, un calo del 1,1%, mentre negli ultimi tre mesi si è fermato allo 0,2%, attestandosi a 2.602 euro al metro quadro.

A seguire si trovano Lucca e Grosseto, in cui in media sono richiesti rispettivamente 2.243 euro e 2.230 euro al metro quadro. A Lucca i prezzi hanno rilevato un calo pari all’1,7% durante il trimestre marzo-giugno, contro il calo addirittura del 4,1% su base annua. A Grosseto, invece, la situazione è diversa: se nel primo semestre dell’anno si è registrato un calo dello 0,9%, negli ultimi tre mesi i prezzi medi sono aumentati del 2,1%.

Carrara è la città con il maggior calo registrato negli ultimi tre mesi (-5,9%), attestandosi a 2.067 euro al metro quadro. Una situazione simile si è rilevata a Livorno dove i prezzi richiesti per l’acquisto di case si aggirano mediamente intorno ai 1.980 euro al metro quadro: dopo un calo di solo l’1% nei primi mesi dell’anno.

Diversi sono, invece, i mercati immobiliari residenziali di Prato e Pistoia: dopo un calo rispettivamente dell’1,3% e 0,3% su base annuale, adesso i prezzi hanno ritrovato la stabilità (+0,2% e +0,7% nell’ultimo trimestre) con una cifra media di 1.972 al metro quadro a Prato e 1.807 euro al metro quadro a Pistoia.

Fanalino di coda della regione è Arezzo, dove gli immobili costano mediamente 1.728 euro al metro quadrato. I prezzi del residenziale nella prima parte dell’anno avevano registrato un calo dell’1,5%, che però si è ridotto allo 0,7% negli ultimi tre mesi.
Lunedì 21 agosto 2017 alle 12:33:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





FOTOGALLERY


VIDEOGALLERY
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Via Fratelli Rosselli, 33 - 19121 La Spezia
Direttore responsabile: Luca Borghini

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News