Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 10.02 del 17 Agosto 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Edilizia in crisi in Lunigiana: giù il fatturato

I comuni più colpiti Filattiera, Bagnone e Pontremoli. Chiuse 70 ditte in sei anni

CRISI SENZA FINE
Edilizia in crisi in Lunigiana: giù il fatturato
Provincia - Quasi un imprenditore edile su due è pessimista su una prossima ripresa. L'orizzonte per il settore costruzioni e del suo enorme indotto che spazia dall'impiantistica ai servizi tecnici nella provincia di Massa Carrara non è mai stato così fosco, ma ancora più fosco è in Lunigiana dove l'ultimo anno è coinciso con un ulteriore riduzione del fatturato (-5%). A soffrire di più sono proprio le imprese artigiane (-2,9%). A puntare i riflettori sulla Lunigiana è Cna sulla base dell'ultimo rapporto dell'Istituto di Studi e Ricerche della Camera di Commercio che ha evidenziato la fortissima fragilità del comparto che a livello locale ha visto chiudere, in sei anni, 520 attività edili, 70 nella sola Lunigiana. I comuni più colpiti Filattiera (-22,2%) e Bagnone (-22%) seguiti da Pontremoli (-16,6%).

Ma a preoccupare, al di là della statistica che dipinge senza però commentare l'umore degli operatori, sono le prospettive in chiave prossimo futuro. "Solo il 12% degli operatori – commenta Paolo Bedini, Presidente Cna Massa Carrara – confida e scommette in una ripresa mentre il 36% prevede una sostanziale stazionarietà che significa che nulla è destinato a muoversi. Molte imprese con base in Lunigiana lavorano nella zona di costa e nei due comuni di riferimento, Massa e Carrara, dove siamo in attesa dell'approvazione del piano urbanistico e del piano operativo comunale. La crisi, la concorrenza sleale, la difficoltà di riscuotere i crediti sono le altre componenti che stanno contribuendo ad affondare il settore più importante per occupati e numero di imprese del territorio". Ancora molto critica la relazione con il sistema bancario: "Registriamo, e lo studio della Camera di Commercio lo ha confermato, un rallentamento del credito alle imprese del settore del 4% e dell'11% per investimenti in costruzioni residenziali. – commenta ancora – Il 2017 è prevista una ripresa per il settore che dovrebbe concretizzarsi con una modestissima inversione di tendenza. Almeno secondo le previsioni dell'Ance. Vediamo. Il polso della situazione è attualmente negativo. Confidiamo nella proroga dei bonus edilizi che prevedono agevolazioni e benefici per ristrutturazioni delle abitazioni o per la riqualificazione energetica degli edifici così come le detrazioni fiscali per le famiglie. A livello locale confidiamo invece nelle rassicurazioni del sindaco di Massa che ha promesso che il regolamento urbanistico sarà licenziato entro la fine della legislatura. Non è il miglior regolamento possibile ma è un punto di partenza".
Lunedì 20 novembre 2017 alle 12:19:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News