LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Raddoppiate aziende bio in dieci anni in Provincia

A Massa Carrara resta l'incognita del sito di interesse regionale che pesa su cittadini ed imprese

Raddoppiate aziende bio in dieci anni in Provincia
Provincia - L'Italia è il Paese con il minor numero di prodotti agroalimentari con residui chimici, inferiore di quasi 3,2 volte rispetto alla media europea e di oltre 12 volte quella dei prodotti extracomunitari. Il 99.7% dei prodotti ortofrutticoli è in regola rispetto ai limiti stabiliti dalla legge che fanno riferimento a parametri stabiliti dall'Organizzazione Mondiale della Sanità. Di questo 99,7% il 64 per cento dei campioni analizzati è a residuo zero (al pari dei prodotti biologici), il 35,1 per cento presenta residui entro i limiti stabiliti dalla normativa, solo lo 0.3 per cento dei campioni presenta residui irregolari. E' la più sicura d'Europa ma a Massa Carrara resta l'incognita del sito di interesse regionale che pesa su cittadini ed imprese. Coldiretti a fianco dei medici per l'ambiente, la International Society of Doctors for the Enviroment presieduta, a livello provinciale, dal medico Gioacchino Cancemi. E' stata la giornata internazionale, che si è celebrata lo scorso 25 novembre, l'occasione per riflettere sull'opportunità di lavorare, imprese, società civile e istituzioni, sulla costituzione del biodistretto e della necessità di continuare ad investire sulla tutela dell'ambiente, della salute dei consumatori e sulla gestione corretta dei rifiuti. In dieci anni sono raddoppiate il numero di aziende che hanno puntato sul biologico, quasi il 5% solo nell'ultimo anno.

"L'agricoltura è il primo presidio per la tutela del territorio e della salute - ha spiegato Vincenzo Tongiani, Presidente Coldiretti Massa Carrara – ed è proprio dall'agricoltura che il territorio deve ripartire e prendere esempio. La scelta del biologico e del biodinamico ha permesso alla nostra provincia di fare un saldo di qualità enorme. C'è consapevolezza dell'importanza di proteggere il territorio e l'ambiente una consapevolezza che ha reso la nostra agricoltura una delle più sicure. Due imprese su tre, per esempio, hanno aderito a Cascina Pulita, un servizio efficace per raccogliere, stoccare e smaltire i rifiuti. C'è però molto da lavorare ancora perché parti importanti della nostra provincia sono fortemente penalizzate dall'inquinamento lasciato in eredita dal polo chimico. La collaborazione con i medici dell'ambiente va proprio in questa direzione: continuare a sensibilizzare, attraverso l'informazione, cittadini ed imprese sulla necessità di vivere e produrre nel rispetto dell'eco-sistema". Per Gioacchino Cancemi, Presidente dei Medici per l'Ambiente il legame tra ambiente e salute deve diventare ancora più forte. L'associazione conta centinaia di simpatizzanti a livello locale ed una ventina di medici aderenti. "Sostenibilità – ha spiegato – significa cercare un equilibrio tra società, imprese ed ambiente. In questa direzione la nostra agricoltura è sicuramente un modello a livello nazionale. L'eredità del polo chimico ha influito, e lo dice la statistica, sulla salute dei nostri concittadini. A dicembre presenteremo uno studio realizzato in collaborazione con il Cnr sulle malformazioni congenite che hanno subito tra il 2013 e 2015 una crescita preoccupante. Il nostro obiettivo è informare i cittadini e fornirgli gli strumenti per evitare certi comportamenti che possono influire sulla loro salute. Insieme a Coldiretti porteremo avanti il progetto del biodistretto su cui molti territori italiani stanno scommettendo. C'è bisogno di un passo in avanti ulteriore per difendere la nostra salute partendo dal nostro modo di agire nella quotidianità".
Venerdì 1 dicembre 2017 alle 10:50:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





VIDEOGALLERY


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Via Fratelli Rosselli, 33 - 19121 La Spezia
Direttore responsabile: Luca Borghini

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News