Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 22.49 del 19 Marzo 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Cava Fornace, si preannuncia un Consiglio comunale di "fuoco"

Il comitato anti-discarica: «Il documento da approvare garantirà maggior tutela ambientale e della salute fino a quando la Regione non deciderà di chiuderla»

la discarica di montignoso
Cava Fornace, si preannuncia un Consiglio comunale di `fuoco`
Montignoso - È programmato per venerdì 15 marzo alle ore 18, in Comune a Montignoso un Consiglio comunale straordinario su Cava Fornace. La minoranza, che ha richiesto questo Consiglio, porterà in votazione un documento, condiviso, per richiedere il riesame dell’Aia (autorizzazione integrata ambientale, ndr) e con tutto quello che ne potrebbe conseguire, come una verifica ambientale postuma (Via ex post) e l’integrazione di maggiori controlli ambientali sull’attività della discarica.

«L’approvazione di tale documento – spiega il comitato anti-discarica – che non preclude in alcun modo la volontà già espressa dalla amministrazione comunale di chiusura dell’impianto, ma dovrebbe garantire maggior tutela ambientale fino a quando la Regione non deciderà di chiudere celermente la discarica. Riteniamo che debba venire approvato un documento il cui testo sia ben chiaro nelle sue finalità, forte e chiaro, senza affermazioni indefinite e vacue».

«Tale documento – proseguono – si rende necessario come alternativa alle scelte che stanno perseguendo i responsabili regionali che, malgrado le votazioni di chiusura espresse dai cinque comuni e le due del Consiglio Regionale toscano, vogliono portare avanti il progetto fino a quota 98 metri, senza neppure procedere alle dovute verifiche delle varie criticità e problematiche presenti in quel sito. La regione Toscana sta, ostinatamente, prolungando la vita ad un impianto che sopravvive grazie ad autorizzazioni vecchie, basate su proroghe, molte volte lacunose, ignorando gli aggiornamenti in materia ambientale italiana ed europea più recenti, forse per non entrare in conflitto col pensiero dell’assessore Fratoni quando ha affermato testualmente “ritengo che l'unica strada perseguibile attualmente sia quella di un accordo per la gestione della ex cava , improntata certamente all'obbiettivo prefissato, ma inquadrata in un’ottica di sostenibilità economico-finanziaria"».

«Questo rende chiaro – aggiungono gli anti-discarica – che il problema ambientale, sociale e della salute dei cittadini non conti nulla, il profitto “era e rimane” l’unico obiettivo da perseguire per i molti soggetti interessati. Per tale motivo, invitiamo la cittadinanza a partecipare al Consiglio straordinario sulla discarica, per ascoltare ciò che verrà discusso, perché non è un mero documento politico ma un percorso di tutela del territorio e dei cittadini. Ci auguriamo vivamente che tutta l’amministrazione comunale, maggioranza e opposizione, voglia effettivamente perseguire l’obiettivo per cui si è già pronunciato diversi mesi fa, perché solo con una grande forza di volontà e di partecipazione può sperare di portarlo a termine. Il Comitato continuerà ad agire e collaborare attivamente con chiunque vorrà operare per trovare una soluzione al grande problema che abbiamo a casa nostra, per tutelare il territorio e la salute della collettività».
Giovedì 14 marzo 2019 alle 14:04:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


Sondaggio

Hotel Mediterraneo, Marble Hotel, ex-colonie: sei favorevole o contrario alla trasformazione in appartamenti del 40% della struttura turistica qualora si procedesse all’effettiva conclusione dei lavori?

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News