Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 07.00 del 6 Luglio 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Barotti: «Il lago di Porta e il rilancio del turismo»

il consigliere di alternativa civica
Barotti: «Il lago di Porta e il rilancio del turismo»
Montignoso - Riceviamo e pubblichiamo dal consigliere massese di Alternativa Civica, Andrea Barotti.

L'economia turistica del nostro territorio, per poter essere rilanciata, per poter rinascere ed avere un nuovo volto ha bisogno che la politica locale si occupi di salvare, recuperare, migliorare le ricchezze naturali e architettoniche delle nostre Comunità; procedere divisi, ciascun Comune per conto proprio, senza una visione di insieme, non considerando rilevante quanto accade in un ambito territoriale vicino, senza una politica, su temi di interesse generale, condivisa, senza un piano di interventi sostenuto da territori, ormai, fortemente interconnessi significa avviarsi ad un veloce declino specie in una fase storica estremamente difficile.
Il lago di Porta, area rinata grazie all'impegno di associazioni ambientaliste, ricordo la campagna di sensibilizzazione sostenuta da Italia Nostra, è certamente sia una risorsa naturalistica di grande interesse, uno spazio in cui i cittadini possono immergersi nel verde ma anche un sito che arricchisce l'offerta di luoghi da visitare per i viaggiatori, per chi, oltre al mare, cerca una proposta turistica più variegata.
La notizia dell'impegno del Comune di Montignoso per far fronte al graduale prosciugamento della zona umida, dopo la proposta provocatoria lanciata tempo addietro per risolvere il problema dei cattivi odori (ad oggi non è ancora chiaro, data l'assenza di ulteriori articoli di stampa, quali siano le cause dei miasmi), è oltremodo positiva; l'Amministrazione ha lanciato un appello, viste le competenze, alla Regione e credo che quel richiamo possa essere più forte se i Comuni vicini, a partire da Massa, daranno il loro supporto all'azione politica del Sindaco Lorenzetti.
Il lago di Porta non appartiene soltanto a Montignoso ma anche alla Comunità di costa, per questo tutti noi dobbiamo impegnarci per garantire un futuro ad un bene assai prezioso, oasi per moltissime specie migratorie, ed estremamente fragile.
Auspico che i rappresentanti regionali, senza distinzioni politiche, intervengano per garantire una pronta risposta, quindi la realizzazione degli interventi necessari per arrestare il preoccupante fenomeno che ha colpito, in questi giorni, il lago.
Ritengo che questa occasione, di emergenza per la zona paludosa, debba essere utilizzata per affrontare, cercando soluzioni e fondi (l'Europa mette sul tavolo finanziamenti straordinari da destinare a progetti in linea con la politica verde della Commissione) le criticità ambientali; penso alle acque bianche, dopo ogni pioggia intensa, dei fiumi, alla ex discarica di Codupino, alla buca degli Sforza, nonché al reperimento di ulteriori finanziamenti per le bonifiche, il cui iter è già avviato, che vedono impegnati Ministero, Regione e Comuni.
Ritengo, altresì, che si debba discutere, con spirito costruttivo e bipartisan, della ex Cava Viti per giungere ad una soluzione politica che abbia come riferimento la volontà popolare.
Ed ancora, ritengo che si debba aprire un confronto, che porti a risultati concreti in tempi stringenti, per trasformare il Porto di Marina di Carrara, con l'ecodragaggio (sistema promosso dal Ministero dell'Ambiente), in una cava di sabbia cosicché l'importantissima infrastruttura, sbocco al mare per la nostra economia, possa contribuire al ripascimento, con materiale di ottima qualità e con un impatto pressoché assente rispetto alle ruspe sulla battigia, del nostro litorale.
È opportuno che la politica riprenda il cammino per dare alla cantieristica navale, quindi ad un settore importante per l'economia locale, le banchine che mancano realizzando, così, quel porticciolo, attualizzando il progetto, di cui si discute, inconcludentemente, da anni; opera che permetterà di recuperare un'area ormai morta, di portare nuovo ossigeno alle imprese, alle attività commerciali e che, per tecnologia e studi, non dovrà aggravare la già difficili condizioni in cui versa il lido apuano.
Il rilancio turistico passa dalla valorizzazione delle aree verdi, per il Comune di Massa considero necessario intervenire per migliorare, ad esempio, il parco Ugo Pisa, il parco del Magliano, il Monte di Pasta o per dare, finalmente, vita al giardino Ducale.
Ed ancora, lo sport è una leva che non può essere dimenticata, basti pensare al cicloturismo, quindi sarebbe auspicabile che, visto il pregevole intervento del Comune di Montignoso, Massa spostasse, seguendo Forte dei Marmi, Marina di Pietrasanta, Lido di Camaiore, la pista ciclabile sul lato mare uniformando, armonizzando il decoro urbano; scelta che, tra l'altro, renderebbe più sicuro il transito in bicicletta o a piedi; ed ancora, dobbiamo fare uno sforzo per rinnovare, potenziare gli impianti del territorio.
In ultimo, ma non per importanza, dobbiamo recuperare il patrimonio edilizio abbandonato; dobbiamo avanzare idee e progetti che ridiano un ruolo centrale, in particolare quando per i privati è difficile intervenire e garantire il risultato, alla mano pubblica; l'idea di un distaccamento
dell'Università di Pisa, quando si è chiamati a ripensare gli spazi a causa del covid e di possibili future emergenze, nelle ex Colonie credo sia tornata attuale.
La politica è oggi chiamata a delle scelte che segneranno il presente ed il futuro del nostro paese, delle nostre città, non ripetiamo l'errore di non scegliere o di arrivare impreparati all'appuntamento con la storia.
Lunedì 1 giugno 2020 alle 08:23:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Contagi e vittime sono in calo da tempo in Italia e i numeri del Covid sono quelli che si registravano a febbraio nei primissimi giorni della futura pandemia. Voi quali sensazioni avete oggi?


















Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News