Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 00.06 del 25 Settembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Sabato incontro a Villa Schiff sulla figura di Carlo Sforza

Sabato incontro a Villa Schiff sulla figura di Carlo Sforza
Montignoso - Una giornata dedicata a Carlo Sforza, uomo delle istituzioni e della politica, antifascista, grazie alla presentazione del libro di Andrea Lepore "Carlo Sforza. Alto Commissario per l'Epurazione. Le sanzioni contro il fascismo" pubblicato dall'Istituto Storico della Resistenza Apuana all'interno di una collana dedicata a saggi di storia contemporanea e che andrà in scena sabato 17 febbraio alle 17.00 a Villa Schiff.

Politico, diplomatico, Carlo Sforza ricoprì diversi incarichi nel mondo delle istituzioni, da Senatore a Ministro degli Esteri nel governo Giolitti e ancora ambasciatore a Parigi, «ma uno degli incarichi più complessi fu sicuramente quello di Alto Commissario per l'epurazione contro il fascismo – spiega l'Assessore Eleonora Petracci – un ruolo che entra profondamente all'interno della vita civile e democratica del nostro paese in un periodo quantomai difficile da affrontare e da gestire. Per questo crediamo che ripercorrere la storia di figure così importanti nel processo di costruzione e ricostruzione della nostra repubblica sia estremamente importante, non solo per le nuove generazioni ma per tutti noi».

«Un'iniziativa lodevole – spiega il Presidente dell'Anpi Montignoso presenta all'incontro di sabato – perché ci trasmette una parte importante della storia politica del nostro Paese. Di famiglia benestante Carlo Sforza era un intransigente repubblicano che non aveva nascosto la sua viscerale avversità al fascismo al punto da respingere con disprezzo gli insistenti avvicinamenti di Mussolini. Dopo il delitto Matteotti era stato tra i più decisi a proporre azioni di forza nei confronti del regime. Nel 1926 se ne era andato in esilio prima in Svizzera e poi negli Stati Uniti dove aveva continuato ad organizzare gruppi di oppositori al regime fascista e a spingere il governo americano ad impegnarsi maggiormente nella politica europea. Con la caduta del fascismo era stato chiamato a far parte del primo governo De Gasperi con l'incarico di Ministro per l'epurazione. Le difficoltà e le resistenze ad una vera defascistizzazione lo avevano spinto a manifestare la sua coerenza e a dimettersi nel gennaio 1945».

«L'incarico di Alto Commissario per la punizione dei delitti e degli illeciti del fascismo – spiega l'autore Andrea Lepore – gli venne conferito nel maggio del 1944. Il suo compito era quello di coordinare tutta l'attività, promuovere quindi l'azione penale su sua iniziativa o su segnalazioni delle pubbliche amministrazioni o su denuncia dei cittadini, procedere all'istruttoria, rinviare gli imputati, nel caso di alti gerarchi fascisti o membri del governo fascista per il giudizio di epurazione all'Alta Corte di giustizia, svolgere la funzione di pubblico ministero dinnanzi alle Commissioni di epurazione e all'Alta Corte di giustizia. Chi non ha vissuto e toccato con mano la guerra e il periodo di dittatura, può solamente immaginare e talvolta anche scordare il processo lento ma inesorabile che ha poi portato alla democratizzazione dell'Italia».

Presenti all'incontro di sabato a Villa Schiff, l'Assessore Eleonora Petracci, Piercarlo Albertosi Presidente Anpi Montignoso, Andrea Lepore autore del libro.
Giovedì 15 febbraio 2018 alle 17:21:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News