Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 22.41 del 10 Dicembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Ampliamento di Cava Fornace: Comitato sul piede di guerra

Scambio di lettere fra il gestore Programma Ambiente e la Regione Toscana e torna la preoccupazione fra cittadini e ambientalisti

Ampliamento di Cava Fornace: Comitato sul piede di guerra
Montignoso - Chiudere la discarica e arrivare ad un controllo popolare del sito. La richiesta è del Comitato per la chiusura della discarica Cava Fornace, il sito gestito da Programma Ambiente Apuane Spa nel mirino di cittadini e ambientalisti preoccupati per ciò che viene rilasciato all'interno della cava.

In conferenza stampa lo hanno ribadito i consiglieri Paolo Lenzetti (M5S), Andrea Cella (Lega), Settimo Del Freo, Angela Bertocchi e Massimiliano Bandini (Montignoso Democratica).

«Il 14 giugno – dice Paolo Lenzetti - Programma Ambiente Apuane Spa, considerando che la prima fase, fino a quota + 43 metri sopra il livello del mare, è in fase di completamento, comunica che il 4 giugno inizieranno i lavori di realizzazione dell’arginatura della discarica, da quota +43 metri sopra il livello del mare sino a quota +98 metri. La Regione scrive al gestore, al comune di Montignoso, (mentre pare nulla al comune di Pietrasanta), e ad Arpat che, previa presentazione di garanzie finanziarie (fidejussioni) e della relazione di collaudo dei lavori di realizzazione effettuati, provvederà a rilasciare il nulla osta all'esercizio, senza verifiche a tutela del territorio e dell’ambiente, come invece da mesi chiedono il comitato e i cittadini».

Risposte «contraddittorie» con quanto espresso nei mesi scorsi dal Consiglio regionale, afferma il pentastellato. «E poco trasparenti» gli fa eco Andrea Cella. I consiglieri chiedono nuovamente lo stop al conferimento, la chiusura della discarica e la bonifica del sito. Con una nuova lettera indirizzata a Regione, ai quattro comuni che si sono espressi contro la discarica e ad Arpat, il Comitato chiede di non rilasciare il nulla osta per la fase di completamento del sito.

«Se non si fermerà la fase due, si arriverà al suo completamento – dice Settimo Del Freo – con tutti i rischi per l'ambiente e la salute dei cittadini». Prevista per martedì 26 giugno alle 21 c'è anche l'assemblea pubblica organizzata dalla Casa Rossa Occupata al distretto usl di Montignoso, per arrivare ad un controllo popolare del sito.
Lunedì 25 giugno 2018 alle 21:36:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News