Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 11.17 del 23 Luglio 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Salute e prevenzione, uno studio lungo dieci anni per 1800 montignosini

Convegno “Montignoso Heart Lung Project”: sabato 11 maggio a Villa Schiff la presentazione dei risultati dello studio condotto dalla Fondazione Monasterio. L'assessore Giorgia Podestà: «Progetto importante e complesso per la prevenzione della salute»

abitudini e mortalità
Salute e prevenzione, uno studio lungo dieci anni per 1800 montignosini
Montignoso - Più di 1800 soggetti presi in esame in età compresa tra i 40 e i 70 anni residenti nel Comune di Montignoso. Sono soltanto alcuni dati del complesso e intenso studio Mhelp “Montignoso Heart Lung Project” condotto dalla Fondazione Monasterio, attraverso la guida del dottor Dante Chiappino e che verrà presentato all'interno di un convegno sabato 11 maggio a Villa Schiff.

«Progetto che dimostra l'importanza della prevenzione e degli screening per il controllo della salute, limitando rischi e patologie – ha detto l'assessore Giorgia Podestà nel corso della conferenza stampa di presentazione ieri mattina – il convegno è il risultato di un lungo periodo di studi e analisi completamente gratuite iniziate nel 2009 che hanno permesso di salvare delle vite. Credo che ogni amministrazione debba sostenere percorsi del genere, per noi è motivo orgoglio aver contribuito a questo progetto e per questo è nostra intenzione individuare risorse per la sua continuazione anche in futuro. Un ringraziamento anche ai medici di medicina generale e alla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara per il finanziamento e l'attenzione dimostrata in questi anni».

Lo studio, in sintesi, è stato eseguito attraverso la compilazione di questionari sulle abitudini tabagiche e alimentari e sulla presenza di sintomi dell'apparato cardiorespiratorio, di malattie presenti o pregresse. Sono state poi effettuate Tac toraciche a bassa dose, spirometrie semplici con test di broncodilatazione, prelievi di di sangue per dosaggio di markers bioumurali di rischio cardiovascolare.

«La malattie cardiovascolari costituiscono la principale causa di morbilità e mortalità nei paesi occidentali – ha spiegato Chiappino – mentre il carcinoma polmonare è la prima causa di morte per neoplasia nel sesso maschile e i tassi di mortalità sono in costante aumento anche nella donna. Tra i punti di forza di questo studio c'è la possibilità di integrazione con altri progetti di screening in corso a livello regionale, inoltre lo studio può consentire di ottenere informazioni epidemiologiche altrimenti non note e costituire un elemento per un miglioramento delle carte di rischio disponibili per la prevenzione della patologia cardiovascolare. In prospettiva lo studio può consentire la valutazione di nuovi marcatori di rischio, quali la quantità di tessuto adiposo pericardico e lo sviluppo di nuovi modelli predittivi utilizzando sofisticati sistemi probabilistici ed algoritmi di machine-learning. A fianco delle problematiche strettamente cardiovascolari lo studio si concentra sugli aspetti legati alla patologie polmonari. L'utilizzo della Tac a bassa dose consente infatti di evidenziare lesioni nodulari polmonari, possibile espressione di lesioni neoplastiche in fase di precoce sviluppo».

«Per esperienza professionale credo di poter sottolineare l'importanza di questo progetto – afferma il Consigliere Giuseppe Manfredi – dimostrata dal fatto che molte persone credono di essere sane come un pesce ma le attività di prevenzione sono essenziali, semplici segnali in molti casi possono salvare delle vite».

I risultati dello studio, condotto in collaborazione con l'Università di Firenze, l'Università di Pisa, il Comune Montignoso, l'Ordine dei Medici della Provincia di Massa Carrara e l'Associazione Aghinolfi verrà presentato nel corso del convegno sabato mattina accanto a numerosi interventi di medici e specialisti, all'appuntamento parteciperà il sindaco Gianni Lorenzetti, l'assessore Regionale Stefania Saccardi e il Consigliere Regionale Giacomo Bugliani.

La Regione Toscana per la partecipazione all'evento ha riconosciuto sette crediti formativi ECM, ai fini della formazione continua per Medici, Infermieri e Tecnici di Radiologia Medica, per le adesione è possibile inviare la propria richiesta entro giovedì 9 maggio a Alessio Profetti all'indirizzo email alessio.profetti@comune.montignoso.ms.it.
Martedì 7 maggio 2019 alle 16:13:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News