Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 21.13 del 18 Dicembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Miasmi a Renella, il Comune: «Tra un anno problema risolto»

Un nuovo piano di prevenzione, monitoraggio e controllo delle emissioni odorigene per risolvere. L'amministrazione: «Cella e Lenzetti fanno speculazione politica»

montignoso
Miasmi a Renella, il Comune: «Tra un anno problema risolto»
Montignoso - “Sembra quasi che il sindaco o l’assessore abbiano dei ruoli di controllo diretti su un’azione amministrativa come questa, ma non è cosi. Per questioni di questo genere bisogna collaborare con gli uffici preposti a fronte di una segnalazione – ha dichiarato il vicesindaco del Comune di Montignoso, Raffaello Gianfranceschi, sulle accuse sollevate lo scorso lunedì (19 novembre) dai consiglieri comunali Andrea Cella (Lega) e Paolo Lenzetti (M5s) in merito alla questione dei cattivi odori nella zona di Renella – Questa esternazione non la comprendiamo”.

A fronte di una segnalazione dei cittadini, Arpat, Gaia Spa e Italspurgo insieme ai vigili urbani hanno effettuato alcune verifiche nella zona del Lago di Porta ed e emerso che “nelle acque del lago vi era la presenza di prodotti della decomposizione organica che avviene a causa dei processi naturali tipici delle acque stagnanti e paludose, caratteristiche delle zone umide (…) In successivi interventi, svolti sia da tecnici del Dipartimento Arpat di Massa che da quelli del Servizio Versilia, sono stati controllati tratti fognari e imprese operanti sul territorio con scarichi idrici in ambiente che potessero avere ricadute in termini di maleodoranze. Alcune ditte furono segnalate per inosservanza della normativa sugli scarichi e fu chiesto l’intervento del Gestore della fognatura”.
“Quindi respingiamo ogni illazione al mittente e rimarchiamo il fatto che intervenire un anno dopo non è molto efficace” ha ribadito il vicesindaco.

La situazione potrebbe essere risolta tramite il “Piano mirato di prevenzione, monitoraggio e controllo emissioni odorigene” che si articolerà in sei fasi: una prima fase di monitoraggio della percezione olfattiva e l’identificazione delle aree naturali e/o produttive ad alta probabilità emissiva di composti, seguita da un’analisi dettagliata delle sorgenti ricadenti nelle aree identificate e delle loro potenzialità di emissione odorigena, per poi passare alla caratterizzazione e quantificazione olfattiva delle sorgenti individuate, di origine naturale e nelle aziende potenzialmente responsabili degli odori. Si stilerebbe in seguito un’eventuale stima dell’impatto odorigeno sul territorio limitrofo, tramite l’applicazione dei modelli di calcolo della dispersione al suolo contornato da progetti di mitigazione degli impatti odorigeni, elaborati dai gestori delle aziende, ed infine verrà fatta una valutazione dei risultati ottenuti a seguito degli interventi attuati dalle aziende. “Tutto l’iter durerà circa un anno - ha affermato l’assessore Massimo Poggi – Con Arpat vogliamo condurre un’indagine ad alto raggio, che non coinvolga soltanto il Lago di Porta ma anche alcuni punti sensibili, come la Cava Fornace e la Fossa Fiorentina, coinvolgendo anche la popolazione per avere maggiori informazioni sulla storicità del problema”.

Inoltre l’amministrazione montignosina fa il punto della situazione sulla commissione ambiente che, a detta dei consiglieri Cella e Lenzetti, sarebbe stata convocata due anni fa: “Come tutte le altre commissioni anche quella ambiente è stata riunita nei momenti in cui era necessaria – ha risposto il presidente Cristiano Orsi – Credo che l’attività dell’amministrazione si sia manifestata nei momenti opportuni e il progetto dell’assessore Poggi riuscirà a dare quelle risposte che finora non sono state date”.
Giovedì 22 novembre 2018 alle 08:11:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

A Massa tutte le sedute di Consiglio comunale si apriranno con l'inno nazionale. Sei favorevole o contrario?

Quanto spenderai per i regali di Natale?




























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News