LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 19.44 del 23 Gennaio 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

La scuola senza zaino compie dieci anni: Bambini e insegnanti in festa alla consegna della targa

L'Assessore Giorgia Podestà: «Montignoso aprifila di un nuovo modello di scuola innovativo e a misura di bambino»

La scuola senza zaino compie dieci anni: Bambini e insegnanti in festa alla consegna della targa
Montignoso - Scordatevi la scuola dallo zaino ingombrante. Scordatevi il peso sulle spalle da libri, dizionari, quaderni, diari e quant'altro. Sì perché con il progetto "Scuola senza zaino" la scuola primaria di Cerreto Corinna Raffaelli e la scuola dell'infanzia di S. Eustachio Irma Benedetti festeggiano dieci anni dall'adozione di un percorso che si basa sul rispetto, sull'autonomia e sulla responsabilizzazione degli studenti.

«Un nuovo modello di scuola innovativo a misura di bambino – ha detto l'Assessore Giorgia Podestà durante la consegna della targa "Questa scuola adotta il modello SenzaZaino" che ha coinvolto alunni, docenti e famiglie pochi giorni fa alla scuola di Cerreto – che dimostra come si possa fare istruzione e formazione attraverso nuove formule di approccio alla didattica. Una scuola che sa rinnovarsi è una scuola che sa affrontare il cambiamento e quindi sa essere più vicina a quelle che sono le esigenze, le aspirazioni e i bisogni dei nostri studenti. La consegna della targa è un momento di festa che unisce bambini, insegnanti e famiglie, speriamo che molte altre realtà possano seguire questo percorso».

«Questo progetto – spiega Laura Gianfranceschi Presidente dell'associazione ProCerreto, promotrice dell'iniziativa che ha ottenuto il patrocinio del Comune di Montignoso e il sostegno della Regione Toscana, dell'UNCEM, dell'Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica INDIRE e dell'Istituto comprensivo G.B.Giorgini – dà forte importanza alle caratteristiche dell'ambiente in cui i bambini studiano, al modo di lavorare, si portano avanti i programmi didattici come nelle altre scuole ma la differenza sta nel come si realizza questo processo. Esistono molte attività laboratoriali, i bambini imparano ad essere estremamente autonomi. Nelle classi, pitturate ognuna di colori differenti, troviamo computer, giochi, enciclopedie, libri, schedari con autocorrezione, materiali per scrivere e ascoltare, fotografare, disegnare e dipingere, modellare e costruire, strumenti didattici per le varie discipline di studio. Gli spazi sono attrezzati con tavoli, mobili a giorno, pennellature, tutto ciò che serve per un apprendimento efficace».

Nessuno zaino, soltanto una valigetta, donata dall'associazione a tutti i bambini per i compiti a casa, «siamo stati il primo Comune nella provincia di Massa Carrara – continua Gianfranceschi – uno dei capisaldi di tale metodo oltre all'autonomia, la responsabilità e l'ospitalità, è la comunità. I genitori partecipano all'allestimento degli spazi e alla predisposizione dei materiali, si informano del progetto, sono parte attiva anche in taluni momenti dell'attività didattica mentre i docenti seguono attività di aggiornamento e formazione continue».

L'iniziativa si è svolta nel corso della Festa dell'Albero, organizzata da ANPI Montignoso per la valorizzazione e la tutela dell'ambiente, hanno partecipato l'Assessore Giorgia Podestà, il Consigliere comunale Angela Bertocchi e l'Associazione ProCerreto.
Venerdì 29 dicembre 2017 alle 16:59:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Via Fratelli Rosselli, 33 - 19121 La Spezia
Direttore responsabile: Luca Borghini

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News