Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 13.39 del 20 Settembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Donati camici «da colorare» all'Opa. Una iniziativa nata da due giovani mamme

Consegnati all'ospedale pediatrico i camici da colorare di Giokit realizzati anche grazie alle donazioni di Pro Loco e Arci di Castelnuovo

Donati camici «da colorare» all´Opa. Una iniziativa nata da due giovani mamme
Montignoso - I medici e gli infermieri dell'ospedale Pediatrico Apuano da due giorni possono interagire in maniera creativa con i loro piccoli pazienti indossando i camici da colorare e portando in questo modo creatività, stupore e sorrisi in corsia, grazie a Giokit e a tutti quelli che hanno contribuito alla realizzazione di questo progetto.

Un'idea partita da due “mamme creative”: Elisa Bagnone e Francesca Gianfranchi che hanno iniziato a concepire ogni singolo capo di abbigliamento per bambini come un'opportunità creativa. Negli ultimi mesi poi hanno lavorato per allargare questa possibilità anche a chi si trova costretto a lunghi periodi di ospedalizzazione per affrontare una difficoltà paurosa come una malattia e hanno pensato di trasferire il concetto di Giokit sui camici da regalare ai medici delle pediatrie. L'idea è che i piccoli pazienti, nel momento in cui il dottore andrà a visitarli, possano essere stimolati al gioco artistico grazie al tipo di grafiche presenti sul suo camice e all'invito a colorarle.

Per passare le grafiche e il concetto di Giokit sui camici da regalare alle pediatrie qualche mese fa è stata attivata una campagna di crowdfunding online su Eppela ma la risposta migliore più che dalla “rete” è arrivata dalle associazioni e dagli amici locali che hanno creduto nel progetto e lo hanno sostenuto economicamente e moralmente. Infatti la Pro Loco e l'Arci di Castelnuovo Magra in occasione della partita “Guarzolai contro Borghetai” e del concerto svoltosi nella serata del 22 luglio in Piazza Querciola hanno raccolto dei contributi che hanno permesso, insieme agli altri, di realizzare i camici e di donarli all'Opa. “Un grazie speciale – dicono le responsabili di Giokit - va a Michela Brizzi e Alessandro Panello che hanno avuto l'idea di devolvere il ricavato di questa iniziativa a questo progetto e anche agli amici del Talent Garden di Sarzana e in particolare a Giorgio Innocenti di Sinless Media Production che ha realizzato il video per la campagna di crowdfunding”.
Giovedì 25 gennaio 2018 alle 11:05:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News