Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 08.09 del 24 Gennaio 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

"Casa della solidarietà 2.0" torna con nuovi progetti, corsi e assistenza

il progetto giunge alla sua seconda edizione e riconferma alcune delle attività che lo contraddistinguono.

Sociale
`Casa della solidarietà 2.0` torna con nuovi progetti, corsi e assistenza
Montignoso - Torna la Casa della solidarietà, questa volta in versione 2.0. Visto il grande successo dello scorso anno, il progetto giunge alla sua seconda edizione e riconferma alcune delle attività che lo contraddistinguono.

“La casa della solidarietà è uno spazio aperto, di condivisione e di sostegno alla persona – ha detto l’assessore Giorgia Podestà - un luogo per tutti i concittadini e soprattutto per quelli che ne hanno più bisogno”. E’ un progetto da 6.240 euro finanziato dalla Regione Toscana, che vede la collaborazione della Provincia, del Comune di Montignoso, Aics Massa-Carrara, Associazione Trama delle Fate, Associazione L’abbraccio, Bookcrossing, la Parrocchia di Santa Maria della Rosa e Cif Carrara.

Molte le attività previste in questi otto mesi: dal corso di telaio e quello di Ecdl, fino al punto Info per accesso alle pratiche amministrative, preparazione e invio di un curriculum per offerte lavorative, iscrizione a concorsi, e pratiche tramite Cns per accesso ai servizi Asl online. La Casa sarà anche un punto di prima accoglienza per padri separati individuati dai servizi sociali, un punto di raccolta libri usati e ci sarà anche uno sportello di orientamento legale grazie alla consulenza dell’avvocato Marco Gianfranceschi. Torna anche l’“armadio sociale” per la raccolta e distribuzione di indumenti usati. Verranno organizzati anche eventi a carattere culturale, ricreativo e aggregativo dedicati a diverse tematiche specifiche (come la violenza sulle donne e la disabilità). Tutto questo non sarebbe possibile senza l’aiuto dei tanti volontari come i giovanissimi Andrea Aloi, Daniel Sacchi e Chiara Bigini.

"Le nostre attività non si sono mai fermate – racconta Carla Peruta, Presidente di Aics– la Casa è un punto di riferimento sul territorio, le persone vengono da noi per avere informazioni, chiedere aiuto o quanto meno un sostegno, e già l’anno scorso abbiamo aiutato chi aveva bisogno di vestiti, di coperte, abbiamo aiutato bambini e famiglie in difficoltà”. “Insomma, ci piacerebbe un mondo senza ultimi” ha aggiunto la responsabile dell’ufficio Nadia Bellè.
"Abbiamo partecipato di nuovo al bando per garantire una continuità – spiega Giulia Bugliani, Responsabile del progetto – la scorsa edizione è stata una sorta di progetto pilota, le persone hanno iniziato a conoscerci e a frequentare la struttura, adesso puntiamo su un assestamento dei servizi, in particolare lo sportello legale, il punto info e la casa. Quest’anno, se dobbiamo essere sinceri, ci aspettavamo un maggiore sostegno economico, o quanto meno volevamo che ci fosse riconfermata la cifra dello scorso anno, ma ce la faremo lo stesso”.

La Casa della solidarietà, per chi ne avesse bisogno, rimarrà aperta lunedì dalle 16 alle 18,30 per lo sportello legale, martedì e giovedì dalle 15,30 alle 18,30, e venerdì dalle 10 alle 12,30.
Martedì 14 gennaio 2020 alle 16:31:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News