LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 22.20 del 20 Settembre 2017

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Rignanese ai raggi x: gli avversari dei bianconeri

I biancoverdi fiorentini sono i prossimi avversari della Massese. Reduci dalla sconfitta di Savona hanno cambiato pochissimo sul mercato e puntano sul proprio "zoccolo duro"

Rignanese ai raggi x: gli avversari dei bianconeri
Massa - Domenica prossima la Massese, dopo il pareggio al "degli Oliveti" all'esordio in campionato contro il Ligorna, cercherà la prima vittoria stagionale recandosi in trasferta in casa della Rignanese. Mister Cristiano Zanetti non potrà ancora contare sui rientri del centrale difensivo Sgambato e di bomber Frugoli che dovranno ancora scontare un turno di squalifica. Recuperato invece il terzino Buselli mentre sono ridotte al lumicino le speranze sul rientro di Del Nero, in fase di guarigione da un piccolo stiramento.

Andiamo ora a conoscere meglio i prossimi avversari dei bianconeri.

Cenni Storici - I biancoverdi del presidente Fabio Bettucci sono la squadra di Rignano sull'Arno, comune in provincia di Firenze di quasi 9.000 anime, famoso per aver dato i natali a Matteo Renzi nel 1975. Fondata nel 1933 la Rignanese è nata per volontà di alcune persone amanti del gioco del calcio e tra i primi ad innamorarsi della sfera di cuoio furono: “Ferdinando Castiglioni Sessi (allora Sindaco di Rignano), Perfetto Cortini (primo Presidente della Rignanese), Federico Andorlini, Vasco Baldini, Vasco Bellacchini, Fernando Bettucci, Ezio Betti, Enzo Bianchi, Alfredo Olmi, Guido Martinelli, Goffredo Moretti, Onorio Papi e, ovviamente, Sirio Bonini”. All’inizio degli anni 40, con solo giovani locali, fu fondata la Rignanese Calcio iscrivendosi al campionato dilettantistico. In quel periodo la squadra era molto seguita dalla calorosa tifoseria rignanese, in particolare quando si giocavano i così detti “derby” con Incisa e Reggello, molte delle volte queste partite finivano in “scazzottate” generali, sia in campo che fra i tifosi. Venendo ai giorni nostri già nella stagione 2014/2015 la Rignanese sfiorò la promozione in Serie D perdendo però entrambe le gare della finale dei Play - Off Nazionali di Eccellenza contro gli spezzini della Fezzanese. I bianco verdi si rifecero immediatamente la stagione successiva vincendo il proprio campionato, mentre nella scorsa stagione furono inseriti nel Girone D in cui ottennero la salvezza che rimane il principale obiettivo della società fiorentina anche in questa stagione che li ha visti invece inseriti nel Girone E non senza polemiche.

L'allenatore - Da tre stagioni alla guida della Rignanese vi è mister Fabio Guarducci che subentrò a Marco Coppi subito dopo i Play - Off Nazionali persi contro la Fezzanese arrivando quindi nel 2015/2016 dal Porta Romana. Con lui in panchina i biancoverdi hanno vinto il campionato di Eccellenza e si sono salvati nello scorso torneo di Serie D. Classe 1963, Guarducci ha iniziato la sua carriera come allenatore delle giovanili dell'Impruneta, quindi è stato collaboratore di Paolo Indiani a Certaldo, per poi allenare Lanciotto, San Donato, Vicchio, Bientina, Montelupo e Porta Romana, sodalizio nel quale lo scorso anno aveva ricoperto il ruolo di responsabile del settore giovanile, prima di accettare l'offerta arrivata dalla Rignanese.

Lo schema - Due i moduli preferiti da mister Guarducci, al 4 - 3 - 3 che era stato marchio di fabbrica a Rignano anche del predecessore Coppi associa spesso il 4 - 3 - 1 - 2 visto anche all'esordio in campionato con la sconfitta patita in casa della corazzata Savona. In qualche occasione, come nell'amichevole estiva contro il Poggibonsi, si sono viste anche prove di difesa a tre unite al classico trequartista dietro ai due attaccanti.

Il mercato - A differenza del Ligorna precedentemente analizzato non molto movimentata l'estate del D.s. Massimo Manganelli. Per quanto riguarda le partenze hanno salutato il difensore classe '95 Rocco Benvenuti passato in Eccellenza al Valdarno, l'attaccante classe '93 Luparini Alessandro, lo svincolato Tommaso Bacci, il centrocampista classe '97 Alessandro Donatini insieme al pari età Biagi Simone passati entrambi alla neo promossa in Serie D Aquila Montevarchi, il difensore Bettini accasatosi al Terranova Traiana e il centrocampista classe '97 Antonio De Fazio accasatosi nel Girone A di Serie D alla Varesina. Veramente poche invece le operazioni in entrata. Sicuramente importante l'arrivo dall'Antella, formazione di Eccellenza, del fantasista classe '91 Gianluca Castiglione autore di 16 reti nel precedente campionato. Insieme a lui ecco l'esperto centrale difensivo Murras con il classe '83 prelevato dal Grassina altra formazione di Eccellenza toscana. Dal Gavorrano che ha vinto lo scorso torneo di Serie D ed è stato promosso in Serie C arriva il terzino fuori quota classe '97 Lorenzo Matteo. Poi una sessione estiva di mercato che ha puntato su tanti giovanissimi tra cui l'attaccante classe '99 Alessandro Piazza prelevato dalla formazione Allievi della Settignanese. Infine tanti promettenti classe 2000 tra cui figurano l'attaccante Yasser Saber, il centrale difensivo Fontani in arrivo dal Flora, il centrocampista Niccolò Canelli prelevato dallo Sporting Arno e dalla Cattolica Virtus il mediano Rotondi. Inoltre l'ex attaccante del Trocedo, Germino, è arrivato a Rignano nella veste di preparatore atletico e va dunque a rinforzare lo staff di mister Guarducci.


La rosa - Oltre ai rinforzi arrivati dal calciomercato estivo mister Guarducci fa affidamento sopratutto su uno "zoccolo duro" veramente importante per la sua rosa. Uno degli elementi qualitativamente più interessanti e di maggior talento è il playmaker Tommaso Degl'Innocenti. Classe '91 e nativo proprio di Rignano è giocatore tecnico e dotato di gran dinamismo e visione di gioco, un vero e proprio regista moderno abile nell'assist e anche nella conclusione essendo anche una possibile soluzione come tiratore da fermo per i biancoverdi. Prodotto del settore giovanile del Modena nello scorso campionato di Serie D ha realizzato 3 reti in 31 partite disputate, mentre nel vittorioso torneo di Eccellenza della stagione precedenza furono 7 i suoi gol in 29 gettoni di presenza. A guardagli le spalle le mezzali Marco Leo, il capitano classe '80 alla terza stagione a Rignano, e Mattia Privitera atleta fiorentino al quarto campionato consecutivo in biancoverde, un giocatore che ha tempi importanti di inserimento offensivo in quanto con l'ex allenatore Coppi era sovente utilizzato quale esterno d'attacco nel tridente, ma che da Guarducci è stato impiegato anche come terzino di spinta. Il punto di riferimento della manovra offensiva biancoverde è il centravanti classe '92 Loris Pagnotta che, fermato da un grave infortunio nella scorsa stagione, poté disputare solo 12 partite in cui realizzò 5 reti, mentre nel precedente torneo di Eccellenza furono ben 18 le sue marcature. In carriera ha militato in Serie D anche con Sestese, Scandicci e Fiesolecaldine realizzando 10 reti in tre stagioni, ma lo si ricorda anche per 6 presenze in Serie C2 con il Prato squadra della sua città natale. A difesa dei pali vi è il vice capitano Vanni Burzagli una delle bandiere della Rignanese al suo quinto torneo consecutivo a Rignano. In difesa centralmente spicca tutta l'esperienza del classe '79 Francesco Meacci al terzo torneo sotto la guida di mister Guarducci, ma che in passato si è diviso tra tanti campionati professionistici di Serie C con maglie come Reggiana, Viareggio, Poggibonsi, Sansovino e Taranto e vari campionati di Serie D con Sestese, Pontedera, Scandicci, Montevarchi e San Gimignano. Insomma un centrale difensivo di grande esperienza. Tra i confermati ecco poi il jolly Elia Meucci, fuori quota classe '97, prodotto del settore giovanile della Lucchese e con 29 presenze e 4 gol la scorsa stagione che può agire sia da terzino mancino che da mezzala mancina e l'esterno basso classe '98 Lorenzo Privitera. Potrebbe poi essere la stagione del definitivo salto di qualità del giovane centrale difensivo classe '99 Duccio Falciani, tre presenze la scorsa stagione, difensore dal gran fisico visti i 185 cm. di altezza. Completano la rosa biancoverde un'agguerrita schiera di giovani di belle speranze tra cui anche molti classe 2000.

Precampionato - Tante le amichevoli estive per i biancoverdi a cominciare con il pareggio a reti bianche contro la formazione del Poggibonsi retrocessa in Eccellenza al termine della scorsa stagione. Ecco poi il galoppo vittorioso con il Signa e il poker di reti rifilato al San Gimignano grazie alle marcature di Castiglione, la doppietta di Pagnotta e la rete di Degl'Innocenti. Sconfitta poi con classico punteggio all'inglese contro la Primavera della Fiorentina. A seguire amichevole con il Palazzolo superato per due reti a zero nella semifinale del "Memorial Luciano Martinelli" vinto dagli uomini di Guarducci battendo in finale il San Clemente con un secco 3 - 0 grazie alle marcature di Meucci, Romanelli e bomber Pagnotta.

Partite ufficiali - In Coppa Italia la Rignanese è stata eliminata dal San Donato Tavernelle uscendo sconfitta per 2 - 1. Per il San Donato in gol il bomber Regoli e Giordano, per i biancoverdi accorciava le distanze nella ripresa il fantasista neo acquisto Castiglione. Per quanto concerne invece la prima di campionato l'undici di mister Guarducci ha ceduto per 3 - 1 sul difficile terreno del "Bacigalupo" contro la corazzata Savona impostasi grazie alla doppietta di Mair e alla rete del bomber portoghese Gomes. Illusorio il momentaneo 2 - 1 realizzato da bomber Pagnotta su calcio di rigore da lui stesso procurato.

La possibile formazione - Potrebbe non discostarsi molto da 4 - 3 - 1 - 2 visto al "Bacigalupo" l'undici anti - Massese per mister Guardacci. In avanti la maglia da centravanti sarà sicuramente affidata a Pagnotta con il neo acquisto Castiglione ad agirgli alle spalle. In coppia con l'attaccante vi potrebbe essere ancora il giovane classe '99 Piazza, ma vi sono pronte anche le alternative Renieri e Ndou. A difesa dei pali sicuramente Burzagli, così come in difesa non si rinuncerà all'esperienza di Meacci che potrebbe essere ancora affiancato dal classe '99 Falciani, mentre l'alternativa sarebbe il neo acquisto Murras (a quel punto in avanti giocherebbe sicuramente Piazza). Centrocampo affidato a Degl'Innocenti e anche qua ai suoi lati dovrebbero essere confermati Privitera e Leo. Oltre a Murras la possibile novità potrebbe essere quella del terzino ex Gavorrano Lorenzo Matteo, ma in questo caso bisognerà fare bene i conti con gli "under" obbligatori da schierare al fischio d'inizio con il sacrificato che potrebbe essere Meucci. L'alternativa è il classe '98 Lorenzo Privitera. Se invece si va a vedere la squadra schierata in Coppa Italia si denota quali terzini i due Privitera, ma un centrocampo altamente sperimentale con i giovani Franchi ('98) e Molinu (2000) insieme a capitan Leo. Non pensiamo a questa soluzione e alla possibile rinuncia di Degl'Innocenti.

Insomma una gara alla portata dei ragazzi di mister Cristiano Zanetti che vorranno sicuramente centrare la prima vittoria dopo il pareggio casalingo all'esordio in campionato.
Venerdì 8 settembre 2017 alle 08:00:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





FOTOGALLERY


VIDEOGALLERY
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Via Fratelli Rosselli, 33 - 19121 La Spezia
Direttore responsabile: Luca Borghini

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News