Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Massese, sotto la lente tecnico/tattica

Seconda sconfitta consecutiva che ha messo in evidenza i problemi dei bianconeri

Massese, sotto la lente tecnico/tattica
Massa - Male male. Seconda sconfitta consecutiva che ridimensiona le ambizioni dei bianconeri. Come hanno riferito il tecnico Gassani e il Dg Pantera a fine gara, c'è da cancellare i sogni di gloria e ricominciare con umiltà, domenica dopo domenica. Questo è il primo passo da fare per uscire dalla mini crisi che ha colpito la Massese nelle ultime giornate. La vetta dista soli quattro punti e non è un dramma, basta una vittoria per rimettere tutto a posto, magari sul campo della seconda della classe Pro Livorno la prossima domenica.

Nella partita di ieri il Castelnuovo Garfagnana è sceso a Massa per lo zero a zero, con una linea di difesa a cinque, bassa e attenta alle verticalizzazioni. La Massese non ha modificato i propri principi di gioco, con lanci lunghi dai terzini verso l'attaccante centrale che andava a prender palla lateralmente, nello spazio lasciato dall'esterno alto che a sua volta veniva dentro. Nel primo tempo però le punte erano spesso raddoppiate e non riuscivano a tenere palla, e la linea mediana non faceva in tempo ad avanzare; Piscopo ha fatto fatica a fare filtro e ad andare alla ricerca della seconda palla, così spesso gli attaccanti si sono trovati isolati e poco supportati, contro una difesa granitica. Se una delle poche occasioni create fosse stata concretizzata la partita sarebbe cambiata, con il Castenuovo costretto ad allargare le maglie, innescando situazioni favorevoli per il gioco della Massese. Ma così non è stato e morale della favola il gol degli avversari a meta' ripresa da cui è nata l'insofferenza che ha tolto la consapevolezza di poter ribaltare, presente invece nelle prime gare. Dopo lo svantaggio la Massese si è infatti riversata nella metà campo avversaria e ha creato qualche occasione, ma la bravura del loro portiere (soprattutto nella punizione dal limite di De Pasquale), il nervosismo e la poca precisione hanno portato alla seconda sconfitta.

Sicuramente insufficiente la prestazione da parte di tutti, mister compreso. Forse si salva la difesa ma più che altro la fase difensiva che la Massese svolge sempre bene, tanto che il Castelnuovo è riuscita a rendersi pericolosa (oltre al rigore che dalla tribuna sembrava inesistente) solo una volta nel primo tempo. Al contrario male la fase offensiva, a partire dai due mediani Barbero e De Pasquale, poco partecipi nella manovra. Nella ripresa Gassani ha sostituito Piscopo spostando al suo posto Folegnani, per aumentare qualità davanti, ma poco è cambiato. La punta esterna Dell'Amico è stato il più vivace, andando vicino al gol su punizione nel primo tempo e di testa nella ripresa. Conedera, partito da titolare, non ha sfondato, come Fusco entrato al suo posto nel secondo tempo. Kthella, subentrato a Piscopo dal 46', ha provato a portare dinamismo e in parte c'è riuscito ma senza incidere.

In definitiva poche idee, reparti lontani, e poche alternative alle verticalizzazioni. Mister Gassani dovrà rimettere a posto i cocci e far tornare nel gruppo la serenità. Sarà suo compito trovare la quadra per far rendere al massimo i giocatori che ha a disposizione, sia dal punto di vista atletico che tecnico/tattico, in modo da arrivare al tiro più spesso e avvicinarsi alla porta con i tempi giusti. Non è facile in momenti come questo, ma lui ha le capacità e l'esperienza di categoria per farlo.

GIANLUCA MATELLI

Lunedì 21 ottobre 2019 alle 13:25:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


Sondaggio

Regali di Natale, dove effettuerai prevalentemente i tuoi acquisti?


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News