Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 20.22 del 10 Dicembre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Massese sotto la lente tecnico/tattica

Con il pareggio di ieri continua la striscia positiva che da inizio stagione non si è mai interrotta

Massese sotto la lente tecnico/tattica
Massa - Un pareggio sostanzialmente giusto che accontenta entrambe le squadre, intenzionate soprattutto a non perdere il delicato scontro. Massese che lascia la vetta della classifica occupata adesso in solitaria dal Perignano, ma rimane a due lunghezze e ha la situazione sotto controllo. L'Eccellenza è un campionato lungo e molto equilibrato e quest'anno non ci sono squadre con budget faraonici e con i pronostici dalla loro parte. La Massese è sicuramente una delle pretendenti, ma a livello di risorse finanziarie e qualità della rosa non è superiore alle altre rivali in lotta per il passaggio di categoria. Due pareggi nelle ultime due gare che non vanno quindi valutati come una fase negativa, ma al contrario vanno visti come due punti guadagnati in relativi scontri diretti, senza dimenticare le tre vittorie consecutive precedenti.

La partita di ieri è stato un classico derby dove regna l'equilibrio e vince chi sfrutta le pochissime occasioni. Analizzando la gara, una Massese impeccabile nella fase difensiva, un po meno in quella offensiva, nel trovare il pertugio per andare in rete, contro una San Marco molto attenta. La squadra di Turi è stata caparbia nell'arginare le verticalizzazioni dei bianconeri che a loro volta hanno bloccato molto bene il riconosciuto possesso del “leone”. In sostanza tanta intensità e tatticismo e poco spettacolo per uno 0-0 che non fa una piega.

Passando ai singoli bene Giacobbe che nelle due volte chiamato in causa ha risposto presente con grande sicurezza. Buona prova anche con i due terzini fuori quota Materazzi e Giomi: il primo sicuro in difesa e affidabile in fase offensiva (suo il cross sulla testa di Dell’Amico nei minuti finali); il secondo un po contratto nei primi istanti di gioco con qualche sbavatura, ma poi è cresciuto durante la gara, meritandosi la sufficienza. I due centrali La Rosa e Mussi perfetti, non hanno sbagliato nulla, dimostrato grande solidità e intesa e tenendo a bada un attaccante del calibro di Andreotti.

Barbero e De Pasquale meno in evidenza, vuoi anche perché le linee mediane venivano spesso saltate ed era difficile giocare, ma bravi nel dare equilibrio. Barbero un po più in vista nella fase di interdizione, sfortunato nei primi minuti con un diagonale da fuori area che ha dato a molti l'illusione del gol. Piscopo ha fatto chilometri ed è stato fondamentale per bloccare il gioco del play maker avversario Brizzi. Un po carente nel dribbling e nell'ultimo passaggio ma del resto non sono le sue skills, e quindi non gli si può chiedere di più.

Passando al reparto offensivo, non brillante. Fusco ha lottato, facendo a sportellate con due clienti difficili come Mosti e Zuccarelli, e ha avuto una buona opportunità a inizio ripresa, ma non capitalizzata. Sostituito a dieci dal termine da Condera che però non ha avuto palle giocabili. Kthella si è fatto vedere con un bel tiro da fuori area finito di poco a lato. Folegnani è partito bene ma poi, nonostante il grande impegno, non è riuscito a creare pericoli. Dagli attaccanti esterni, per la loro qualità e il loro ruolo, alleggerito nella fase di ripiego dal lavoro sporco di Piscopo, ci si aspetta qualcosa in più.

Per quanto riguarda i cambi non male la mezzora di Dell'Amico (per Kthella al 59'), pesa però la poca precisione nell’incornata a un minuto dal termine su cross di Materazzi. Positivo il rientro dopo il lungo infortunio di Posenato (per Folegnani al 86'). Poche palle giocate per essere giudicato ma sicuramente il jolly bianconero sarà importante nelle prossime gare.

Migliori in campo: La Rosa (voto 6.5), Mussi (voto 7)

Passando a mister Gassani, che sapeva la San Marco fosse una delle formazioni più forti del torneo, ha preparato bene la partita, bloccando il gioco degli avversari e limitando al massimo l’uscita palla a terra da dietro. La squadra in campo è stata ordinata e concentrata, ha tenuto botta fino all’ultimo e avuto tre nitide occasioni per passare in vantaggio, contro due degli avversari. Certo vincere sempre sarebbe meglio ma, dopo cinque vittorie consecutive (coppa compresa) e un pareggio in casa del Perignano, un punto nel derby non è da buttare.
Lunedì 7 ottobre 2019 alle 14:36:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


Sondaggio

Regali di Natale, dove effettuerai prevalentemente i tuoi acquisti?


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News