Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 19.49 del 10 Dicembre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Massese-San Marco Avenza, Gassani: "Sento mia questa squadra"

Il diavolo è pronto al big match: "Non parlo della San Marco come non parlerò della Pontremolese quando sarà il momento. Fusco è la nostra arma in più"

Massese-San Marco Avenza, Gassani: `Sento mia questa squadra`
Massa - Non potevano mancare le parole di mister Matteo Gassani (nella foto con il dirigente Luca Nani) prima del big match di Eccellenza tra Massese e San Marco Avenza. Il "diavolo" come sempre è carico ma tiene i piedi per terra e preferisce non parlare degli avversari.

Di seguito le sue parole agli organi di stampa:

"Domani dobbiamo mettere in campo una prestazione di spessore, essere concentrati in quello che dobbiamo fare e determinati per farlo al massimo. Biserni e Posenato sono rientrati in gruppo e saranno tra i convocati, Cela non è ancora pronto e non è tra i convocati. Il problema di Cela sono io, perché io sono un allenatore che vuole comandare lo spogliatoio all'insegna del rispetto e della meritocrazia. Lui non riesce ad allenarsi con continuità, e finché non ci riuscirà non giocherà. Mi auguro che riesca a farlo prima possibile, in maniera tale da poterlo utilizzare perché è un giocatore forte. Penso di essere stato chiaro e diretto. Oltre a Cela, sarà assente anche Nardini che ha un principio di pubalgia e aspettiamo che rientri, perché anche lui per noi è un giocatore molto importante.

Per quanto riguarda la formazione, posso dire che ci dovrà essere continuità rispetto a domenica scorsa e quindi ci saranno un massimo tre cambi.

Non parlo della San Marco, come non parlerò della Pontremoelse quando sarà il momento. Visto che c'è sana rivalità e campanilismo, so bene che ogni parola nei confronti degli avversari nei derby può essere mal interpretata o creare polemiche: se parlo bene pare che metto le mani avanti; se parlo male mi si dice che sono superficiale. Pertanto io non parlo della San Marco, anche perché penso che uno deve guadare a casa sue e concentrarsi su quello che deve fare.

Il bilancio di questi tre mesi di lavoro è straordinario perché penso che neanche il più grande ottimista avrebbe scommesso su questa partenza. Poi sono molto soddisfatto del consenso popolare e dell'entusiasmo che c'è intorno alla squadra, visto lo scetticismo che c'era inizialmente. Abbiamo fatto un progetto da zero e siamo forti dei numeri conseguiti fino ad oggi. Sento mia questa squadra, è caratteriale, non molla un centimetro, si allena al massimo, io sono uno di quegli allenatori che piuttosto che "testa alta e giocare" predilige "testa bassa e pedalare". Vedo la squadra che rispecchia quello che voglio io e il carattere che ho, per questo sono soddisfatto e ringrazio i giocatori per la disponibilità che quotidianamente mi danno.

Chi mi ha sorpreso di più dei giocatore è Paolo Fusco, è straordinario, lui è la nostra arma letale. Vedo in Folegnani una bomba innescata, pronta ad esplodere da un momento all'altro. Se uno forte come lui è ancora in Eccellenza vuole dire che è una miccia che dobbiamo accendere. Quindi da lui, nonostante sia contento, mi aspetto sempre di più".
Sabato 5 ottobre 2019 alle 14:50:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


Sondaggio

Regali di Natale, dove effettuerai prevalentemente i tuoi acquisti?


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News