Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 00.06 del 25 Settembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Massese-Ghivizzano 2-2, altra occasione sprecata per i bianconeri

Due volte in vantaggio ma ripresi dalla doppietta dell'ex Di Paola. Nella ripresa ancora il calo

Massese-Ghivizzano 2-2, altra occasione sprecata per i bianconeri
Massa - MASSESE: Barsottini, Raimo, Angelotti, Massoni, Zambarda (60' Mosti), Scalini (54' Remorini), Amico, Spinosa, Gioè, Lombardi, Benedetti (60' Brondi) (a disp. Del Freo, Vittorini, Bordini, Lucaccini, Crovi, Del Nero) All. Magrini
GHIVIZZANO: Signorini, Chelini (45' Brizzi), Bassano, Gemignani, Giordani, Barretta (94' Leccetti), Frati (90' Micchi), Marcellusi (50' Nottoli), Di Paola, Masini, Rubechini (a disp. Citti, Coselli, Michelotti, Riccioli, Della Nina) All. Beani
Arbitro: Faraon da Conegliano
Assisitenti: Tonon da Conegliano e Mirarco da Treviso
Reti: 2' Lombardi (rig.), 15' Di Paola, 28' Scalini, 40' Di Paola
Note. al 93' espulso Gemignani (G) per doppia ammonizione

MASSA- Finisce con un pareggio l'abbordabile scontro interno contro il Ghiviborgo dell'ex Di Paola. L'attaccante, oggi molto agguerrito, ne segna due e rovina il tentativo di rimonta della Massese sulle squadre di vertice. Un'altra occasione sprecata per la squadra di Magrini che vincendo avrebbe potuto recuperare due punti dalla Sanremese, oggi fermata a Rignano (0-0), e portarsi a -8 dalla nuova capolista Ponsacco. Due ingenuità difensive hanno permesso ai lucchesi di finire il primo tempo in parità, poi nella ripresa il solito calo e zero tiri in porta fino al 95'. Adesso due settimane di sosta, per prepararsi al meglio alla difficile trasferta sul campo della sorprendente Albissola, che oggi ha trovato una gloriosa vittoria niente meno che a Forte Dei Marmi, portandosi solitaria in terza posizione.

La Cronaca

Pomeriggio piacevole e mite allo Stadio egli Oliveti per la 26° giornata del campionato di Serie D. Nella formazione dichiarata venerdì da mister Magrini ci sono due novità: Angelotti (che sembrava out per una forte tallonite) ce la fa e si schiera come sempre dietro a sinistra; il tecnico cambia idea nelle ultime ore, preferisce un centrocampo più coperto e schiera il fuoriquota Benedetti in attacco. A farne le spese è Remorini che si accomoda in panchina.

Parte molto forte la Massese che dopo il primo giro di lancette passa già in vantaggio: lancio lungo su Gioè, l'attaccante bianconero riesce ad aggirare il difensore lucchese Barretta che, molto ingenuamente, lo trattiene fino all'ingresso in area, causando un rigore più che evitabile. Dagli undici metri l'incaricato Lombardi spiazza il portiere (1-0).

Passano tre minuti e ancora Gioè dalla sinistra entra in area, salta il diretto marcatore e conclude ma troppo centralmente, Signorini si stende e blocca. Al 12', dopo un batti e ribatti, la palla giunge a Lombardi al limite che palleggia e scarica al volo, ma la bella traiettoria lambisce l'incrocio dei pali.

Il Ghiviborgo fa fatica nella fase difensiva ma in possesso di palla dimostra organizzazione, tanto che al 15' trova il pareggio: su schema da palla inattiva arriva un cross teso sul sul secondo palo, dove l'autore del fallo del rigore Barretta (troppo solo) si fa perdonare con una sponda perfetta per l'ex Di Paola, il quale di testa trova l'angolo sul secondo palo (1-1).

Tre minuti più tardi, Lombardi con una bella azione solitaria riesce ad entrare in area ma, da ottima posizione e libero dalla marcatura, “sparaccia” alto di sinistro.

Dopo 10 minuti di equilibrio, Massese di nuovo in gol: Lombardi, nel primo tempo molto ispirato, si esibisce in fascia con una serie di finte e mette dentro un traversone velenosissimo, costringendo il difensore in corner: Angelotti crossa molto bene, Massoni tocca appena e la palla devia sul secondo palo, dove Scalini è ben appostato e non fa fatica a correggere in rete.

Il Ghiviborgo continua ad essere pericoloso sulle palle inattive e al 34' per poco non pareggia con Barretta e successivamente con Masini, ma in entrambi i casi le deviazioni sono fuori misura.

La partita è piacevole e divertente, con belle azioni corali da una parte e dall'altra che tengono in apprensione le due difese, entrambe in difficoltà quando attaccate. Al 38' Lombardi dalla sinistra trova lo spazio per crossare per Benedetti ma la conclusione di testa è troppo centrale.

A cinque minuti dal riposo, pareggio beffa del Ghiviborgo: grave indecisione tra Barsottini (uscito fino al limite dell'area) e i due difensori centrali, i tre si disturbano a vicenda senza calciare, Di Paola ringrazia e, con un bel pallonetto, trafigge per la seconda volta i suoi ex compagni di squadra (2-2).

Nella ripresa la partita si fa da subito più confusa e le due squadre fanno fatica a trovare gli spazi per concludere. La Massese ha un calo psico fisico evidente e Magrini con una girandola di cambi mette dentro Remorini, che si posiziona sulla tre quarti, mentre Lombardi prende il posto dell'uscente Benedetti. In mezzo al campo Brondi per Scalini e dietro Mosti per il febbricitante Zambarda.

Il primo tiro in porta arriva al 64': punizione del neo entrato Remorini che esce di poco, ma comunque controllata da Signorini.

Al 70' bella azione di Remorini sulla sinistra che entra in area ma il tentativo di assist resoterra è intercettato da un difensore che spazza. Un minuto più tardi Frati (G) entra in area e, defilato sulla sinistra, mette un pericoloso cross che attraversa tutto lo specchio della porta.

Le due formazioni lottano su ogni pallone, mettendo molto agonismo a scapito del gioco, che diventa spezzato e privo di occasioni. Al 39', il Ghiviborgo ha una buona opportunità su punizione ma il tiro di Masini si stampa sulla barriera bianconera. Arrivati al 40', i cambi effettuati da Magrini non sembrano aver dato l'effetto sperato, la squadra ha perso dinamismo e non riesce a concludere. Il tecnico ricambia l'assetto con un altra doppia sostituzione: fuori Spinosa e Amico, dentro Del Nero e Lucaccini. Il risultato non cambia, dopo 5 minuti di recupero, il direttore di gara Faraon prende il pallone in mano e manda tutti sotto la doccia.

Domenica 4 marzo 2018 alle 17:50:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News