Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 20.32 del 21 Novembre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Massese, Gassani: "Voglio il 200%"

Il "diavolo" in conferenza è un fiume in piena: "Sappiamo che ci portiamo addosso 100 anni di storia, vi posso garantire che ogni giocatore che scenderà in campo sputerà sangue"

Massese, Gassani: `Voglio il 200%`
Massa - Nella conferenza stampa di lunedì primo luglio, durante la quale sono stati presentati e intervistati i primi tre giocatori della Massese 2019/2020, ha parlato anche mister Matteo Gassani, detto "il diavolo", che senza mezze parole ha già fatto capire come intende il calcio:

”L'Eccellenza è più dura della Serie D, primo perché c'è un fuori quota in meno, poi perché ogni partita è una battaglia, se guardate i risultati, ogni gara è in bilico, vittorie su episodi, falli laterali, chi gioca meglio spesso perde, ci vogliono centimetri e carattere. Non possiamo pensare che perché siamo la Massese bisogna attaccare, la prima cosa che dobbiamo saper fare è difenderci, perché in Eccellenza la cosa più importante è non prendere gol, poi avremo anche le nostre cartucce da sparare davanti, ma intanto la prima cosa è trovare equilibrio: si attacca tutti e ci si difende tutti, nella mia squadra nessuno si riposa, come me se perdi palla e ti fermi non giochi più.

Se ti chiami Massese è ancora più difficile perché ti aspettano tutti e quindi dobbiamo essere ancora più attenti, vincere contro di noi il prossimo anno sarà un motivo di orgoglio per tutti. Per noi quindi aumentano le responsabilità. Lo sappiamo che ci portiamo addosso 100 anni di storia.

Qui alla Massese non basta dare il 100%, qui non basta dare il massimo, contro di noi tutti giocano al 100%, noi per vincere dobbiamo dare il 200%. I nostri sono tifosi esigenti perché la città di Massa merita di avere tifosi così. Se alla prima critica uno abbassa la testa è un problema. Noi vogliamo giocatori che sappiamo gestire queste pressioni. Giocheremo davanti a 500 persone desiderose di vincere e per farlo ci vogliono gli attributi.

Di vincere io non lo prometto, il Poggibonsi ha ancora da vincere il Taranto, la Reggiana, il Perugia, ci sono società importantissime che sono anni che ci provano. Vincere è sempre difficilissimo, in tutte le categorie, conta anche la fortuna. Quindi io non vi assicuro che vinceremo ma vi posso garantire che ogni giocatore che scenderà in campo sputerà sangue.

Vogliamo fare una Juniores forte e dare valore alla squadra sotto per far si che i meritevoli possano salire. Volgiamo partire con 21 giocatori, poi durante l'anno le quote che saranno in prima squadra dovranno essere bravi a non farsi scalzare da quelli della Juniores. Stiamo facendo colloqui per scegliere il giusto allenatore della Juniores, cosi come del mio staff, di cui sicuramente posso confermare Mirko Ciuffi come preparatore dei portieri. Avremo poi un allenatore in seconda e un metodologo per la prevenzioni e recupero dagli infortuni. La parte atletica la curerò io, la mia preparazione è durissima, puoi avere anche la Ferrari ma se non ci metti la benzina non parte neanche. In preparazione non si beve neanche l'acqua, così mangiano meglio. La preparazione inizierà il 28 luglio.

Si gioca con il 4-3-3, poi a partita in corsa può diventare anche un 4-1-4-1, 4-5-1 o 4-2-3-1, ma il 4-3-3 è il modulo che utilizzeremo, quindi siamo alla ricerca di giocatori che abbiano le caratteristiche giuste per il mio gioco”.

Martedì 2 luglio 2019 alle 15:21:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News