Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 23.12 del 15 Dicembre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Massese-Cascina, sotto la lente tecnico/tattica

Grande vittoria che tiene i bianconeri a punteggio pieno. La partita nel dettaglio con giudizio sui singoli e analisi dell’impostazione tattica del “diavolo” Gassani

L'analisi
Massese-Cascina, sotto la lente tecnico/tattica
Massa - Vince e convince la Massese targata Matteo Gassani. Contro un Cascina spigoloso e ben messo in campo, oltre alla qualità dei giocatori, si sono visti tutti i tratti caratteristici del “diavolo”: corsa, mentalità, senso tattico e pragmatismo. Nonostante la rete subita al primo minuto, i bianconeri hanno mantenuto la calma, preso campo e creato molte occasioni. Poi a ribaltare ci ha pensato De Pasquale col suo sinistro fatato.

Analizziamo la partita per reparto:

Difesa granitica, con l’estremo difensore Giacobbe che non ha mai avuto modo di mettersi in mostra, ma ha dato sicurezza al reparto e dal fondo ha calciato molto bene, lancio profondo e sempre preciso. I nuovi terzini Materazzi e Giomi bravissimi, buttati nella mischia hanno dimostrato personalità, senso della posizione e buona tecnica. I centrali De Rosa e Mussi impeccabili, un particolare plauso a Mussi che chiamato in causa ha risposto alla grande, ricordiamo che nasce come terzino sinistro e ha giocato centro destra e non dimentichiamo che è mancino (dettaglio da non sottovalutare).

Passando al centrocampo, i due centrali eccellenti: Barbero presente in ogni azione, bravissimo nell’interdizione, veloce di pensiero e uomo d’ordine; De Pasquale non c’è bisogno di giudicarlo, oltre alla grande gara e l’intesa con Barbero, due gol meravigliosi come conferma che c'è un mancino pericolosissimo dalla distanza e micidiale sulle punizioni (cosa non da poco). Passando a Piscopo una prima valutazione superficiale lo vedrebbe in un ruolo che non gli si compete, ma prestando più attenzione diventa l’elemento di maggior equilibrio della squadra. Il suo caso merita una analisi più dettagliata: nelle stagioni scorse è stato un incontrista, classico centrocampista da battaglia con tanta corsa e sacrificio. Attualmente è il vertice alto della Massese, ruolo che spesso viene dato al fantasista. Nella formazione di Gassani, con due centrocampisti centrali di qualità e Fusco, che è un attaccante fisico da area, in quel ruolo serve anzi un "cane" tra le linee che accorci la squadra, che attacchi le seconde palle e che tolga certezze agli avversari nel primo possesso. Così nasce il Piscopo trequartista dinamico, grazie al quale respirano meglio gli esterni e i due in mezzo hanno meno assilli nell’accorciare in avanti, dedicandosi di più alla costruzione.

Chiudendo con il reparto offensivo buono Kthella, una spina nel fianco per la difesa pisana, dinamico e imprevedibile. Sufficienti le partite dell’altro attaccante esterno Folegnani, lodevole di qualche ottimo passaggio, e di bomber Fusco, bravo nel lavorare spalle alla porta. Dei neo entrati Conedera, Dosso e Dell’Amico, i primi due nei 10 minuti giocati hanno lottato, non facendo rimpiangere le sostituzioni di Fusco e Folegnani. Da apprezzare la mezzora di Dell’Amico, impiegato come attaccante di destra. Un piacere per tutti vederlo in campo, dopo il travagliato inizio di stagione. Un giocatore di indubbia qualità che se recuperato al 100% potrebbe essere la ciliegina sulla torta.

Migliori in campo: De Pasquale (voto 8,5), Barbero (voto 8) e Kthella (voto 7,5).

Passando a mister Gassani, ottima interpretazione della partita. Squadra corta, reparti mai disuniti e ritmo sempre alto. Il suo classico 4-3-3 con vertice basso, nelle ultime gare è diventato un 4-2-3-1, ma analizzandolo bene è un 4-3-3 in fase di non possesso, con Piscopo che si unisce molto agli altri due mediani, e che cambia in 4-2-4 in fase di possesso, con lo stesso Piscopo che si butta dentro e i due in mezzo accorciano in avanti, vedi secondo goal. Oltre alla “diavoleria” tattica, lodevole la prestazione a livello fisico di tutta la squadra che, come ha detto il mister avversario Polzella nel post partita: ”ha intensità e ritmo un gradino superiori rispetto alla categoria”.

GIANLUCA MATELLI

Lunedì 23 settembre 2019 alle 15:00:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


Sondaggio

Regali di Natale, dove effettuerai prevalentemente i tuoi acquisti?


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News