LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Massese, battere l'Argentina e poi tendere l'orecchio al "Necchi Balloni"

La squadra di Magrini in trasferta contro la già retrocessa formazione di Arma di Taggia in cui i giocatori stanno vivendo una situazione surreale. Tre punti per dare un senso agli ultimi 180' minuti di campionato

Massese, battere l´Argentina e poi tendere l´orecchio al `Necchi Balloni`
Massa - A quattro punti dai play - off con ancora due giornate alla fine e quindi appena sei punti in palio, ma la flebile speranza per la Massese di agganciare gli spareggi promozione rimane accesa. Perchè? Perchè domenica i ragazzi di Magrini andranno a fare visita alla già retrocessa Argentina penultima forza del campionato, mentre a Forte dei Marmi si giocherà lo scontro diretto tra Real Forte Querceta, quinto a quota 56 appaiato al Viareggio che chiuderà con Seravezza e Lavagnese, e il Savona sesto appaiato alla Massese a quota 52. Vincere ad Arma di Taggia per i bianconeri è obbligatorio e poi subito l'orecchio teso al "Necchi Balloni" per sperare di ricevere buone notizie, anche perchè l'ultima giornata mette in programma al "degli Oliveti" proprio lo scontro diretto tra Massese e Real Forte Querceta. Vincere e poi sperare quindi, combinazione difficile, ma di certo non impossibile. Parlare della prossima avversaria invece è difficile. I rossoneri armesi hanno denunciato da tempo una situazione paradossale: non percepiscono da svariati mesi stipendi o rimborsi e sono praticamente abbandonati a loro stessi (nella foto tratta dalla pagina Fb del sodalizio armese eccoli dopo un allenamento in spiaggia lo scorso 20 Aprile, ndr). Per questo "caso" si è fatta sentire anche l'Associazione Italiana Calciatori, mentre i ragazzi di mister Casu hanno minacciato più volte di non scendere in campo, ma alla fine con grande senso di responsabilità si sono sempre presentati per incrociare i tacchetti con l'avversario di turno.

La gara di andata: Si impose facilmente la Massese con un netto 5 - 0 firmato dalla doppietta di Remorini e le reti di Benedetti, Spinosa e Amico.

Il mercato invernale: La dirigenza rossonera durante il mercato invernale si era affidata al D.g. Stefano Regazzoni, poi licenziato a Marzo, per ricostruire la rosa. Tra i vari giocatori arrivati l'esperto portiere Mandelli, l'attaccante Pierini, Pipoli, il mediano Terzoni dal Calcio Derthona, Arcaba, Bonacchi, Padovani, Butterworth, Di Lauro, Scortichini, Lo Pape, Dampha, Martelli, Lopez Tardioli e soprattutto l'attaccante argentino Galesio passato alle cronache più per essere il cognato di Icardi che per evidenti meriti sportivi. Un'iniziale miglioramento delle prestazioni c'era anche stato, erano arrivate le prime due vittorie, poi via via verso la retrocessione inevitabile.

I numeri dell'Argentina: Appena 18 i punti in classifica racimolati nelle 32 partite finora disputate frutto di 3 vittorie, 9 pareggi e ben 20 sconfitte. 24 reti messe a segno, secondo peggior attacco del torneo davanti solo all'ultima della classe Montecatini (18 i gol per i termali), 68 le marcature subite ossia proprio quante lo stesso Montecatini: le retroguardie più perforate del campionato. L'ultima giornata sconfitta interna allo "Sclavi" proprio contro il Real Forte Querceta per 1 - 3 per via delle reti di Biagini, Vignali e Ferretti per il sodalizio di Forte dei Marmi e il sigillo di Vitiello nel finale quale punto della bandiera. In casa l'Argentina ha ottenuto 11 dei suoi 18 punti, mettendo a segno 14 reti e subendone 26. Miglior marcatore stagionale l'ex Viareggio Vitiello con 9 reti all'attivo, seguito da Pierini a 3, capitan Fiuzzi con 2 reti, Berni, Ruggiero, Malafronte e Di Lauro con una marcatura a testa.

La probabile formazione: Difficilissimo fare previsioni, in porta si giocano il posto Trucco e Mandelli. In difesa mancherà per squalifica capitan Fiuzzi, colonna della squadra, e quindi bisognerà individuare il sostituto che faccia coppia con Di Lauro. Sulle fasce Berni ('99) e Perpignano ('98). Centrocampo con Ruggiero, Martelli ('98) e uno tra Ginatta e Malafronte ('98). In avanti Galesio, Vitiello e Pierini ('97).

Come nelle precedenti due sfide per la Massese, ad Arma di Taggia, conta solo vincere e poi tendere l'orecchio verso Forte dei Marmi per capire se l'ultima sfida in casa proprio contro il Real Forte Querceta potrà avere ancora un senso per agganciare in extremis il treno dei play off.
Giovedì 26 aprile 2018 alle 10:03:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News