Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Cenaia-Massese: Gassani: "La prima di trenta tappe dolomitiche"

Inizia il campionato: "La Massese deve ambire in ogni contesto a raggiungere il massimo e questo lo dicono i cento anni di storia"

Cenaia-Massese: Gassani: `La prima di trenta tappe dolomitiche`
Massa - Dopo un ottimo precampionato, confermato con il vittorioso esordio di coppa, la Massese del "diavolo" Gassani è pronta per la trasferta sul campo dell'Atletico Cenaia che da il via al torneo di Eccellenza 2019/2020.

Di seguito le parole del coach bianconero:

"Le insidie che nasconde questa gara sono tutte quelle di Eccellenza, dettagli tatticismo, fisicità. Ai ragazzi ho fato un paragone col ciclismo: questa è la prima di 30 tappe dolomitiche con tratti di strada in salita e duri, servirà volontà e sacrificio in ogni tappa. Con mister Ciricosta il Cenaia ha perso 2 volte in 22 partite, sa sfruttare bene il fattore campo in casa, ma noi siamo la Massese, siamo in forte crescita, miglioriamo settimana dopo settimana, i ragazzi sanno bene cosa rappresentano e le difficoltà maggiori rispetto agli avversari che possono trovare in ogni gara. Per questo dobbiamo essere pronti, con ogni squadra che incontriamo.

Posenato sarà fuori 40 giorni, per il resto son tutti a disposizione. De Pasquale è in ritardo di condizione e ha bisogno di lavorare. Non giocherà la stessa formazione di domenica. Nella mia carriera non ho mai trovato un giocatore con attitudine a tutti i contesti come Posenato, è molto difficile trovare un sostituto, fa bene tutti i ruoli. Lui in questo momento è distrutto per non poter dare una mano, visto che ha un attaccamento alla maglia spropositato. Io gli sono vicino e lo aspetto, pertanto non c'è bisogno di sostituirlo, lo aspetteremo. De Pasquale è un centrocampista centrale che non è stato preso per sostituire Dell'Amico, ma preso per definite il reparto, per avere un over in mezzo al campo e lui è il profilo giusto. Sta lavorando talmente bene che a regola in una settimana sarà apposto.

Ho ascoltato le parole di stima nei miei confronti di mister Ciricosta, lo ringrazio pubblicamente, il mister ha parlato e ha usato belle parole, è sempre gratificante e io posso solo che ricambiare stima per il lavoro che ha fatto e sta facendo da un anno e mezzo, raggiungendo una salvezza straordinaria. Si è gradi allenatori quando si è anche gradi uomini, e Ciricosta è un grande uomo.

La nostra adattabilità a dei moduli e ai contesti della partita la dice lunga su quanto questi ragazzi lavorano al campo. Domenica siamo partiti con un 4231, perché il Viareggio aveva la difesa a tre; poi a due davanti perché loro avevano un lato più forte da una parte; e poi 433 quando loro hanno messo il 442 e siamo andati a giocare sui riferimenti. Questo è importante, dobbiamo saperci adattare agli avversari, è sintomo di grande umiltà e applicazione. Domani saremmo preparati, sapremo come muoverci se giocheranno col 352, e sapremo come muoverci se giocheranno col 4-3-3".
Sabato 7 settembre 2019 alle 14:35:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News