Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 21.35 del 2 Aprile 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Vuoi usare la sala consiliare? Da oggi potresti pagare una tariffa

Approvato il regolamento per la concessione della sala comune di palazzo civico. Ecco alcune novità

Politica
Vuoi usare la sala consiliare? Da oggi potresti pagare una tariffa
Massa - Approvato il regolamento per la concessione della sala consiliare. Lunedì, in consiglio, lo strumento è stato accolto favorevolmente da 21 consiglieri, e nel dettaglio stabilisce delle regole per l'uso della sala comune di palazzo civico, la sala 10 aprile. Il regolamento va a normare i casi in cui il Comune può avvalersi del potere di revocare la concessione della sala, indica le situazioni in cui gli enti o le associazioni devono pagare una tariffa per l'utilizzo dello spazio e infine disciplina i principi di responsabilità ai quali dovranno sottostare i cittadini che vorranno usare la sala. Il regolamento è stato messo in discussione dal presidente del consiglio, Stefano Benedetti: «Ho voluto fortemente questo strumento - scrive in una nota Benedetti - per garantire da una parte maggiore imparzialità nell’uso e nella concessione della sala e dall’altra per farne un utilizzo più trasparente». Tra le novità vi è quella relativa alle tariffe che dovranno essere pagate da quegli enti che non rientrano nelle categorie alle quali è riconosciuto il patrocinio gratuito della sale. «Una tariffa stabilita con delibera di Giunta Comunale – ricorda Benedetti - che sarà destinata alla copertura dei costi sostenuti e al miglioramento del servizio». E altra parte importante del regolamento è quella della responsabilità verso terzi. Nel merito, l’amministrazione comunale declina ogni responsabilità per danni che possono essere cagionati a terzi durante l’uso della sala per responsabilità degli utilizzatori.

L'amministrazione si riserva inoltre il diritto di rilasciare lo spazio solo alle iniziative che possono "qualificare positivamente l'immagine dell'ente". L'ultima parola sull'utilizzo della sala spetta comunque al presidente del consiglio che, di concerto con il sindaco, potrà prendere delle decisioni in merito. Respinti gli emendamenti del Partito Democratico che chiedevano di rimarcare i principi antifascisti all'interno del regolamento. "Una superfetazione" - secondo il sindaco Francesco Persiani. "Si contesta che nel passato si doveva fare la tessera fascista - ha detto il sindaco - mentre oggi dovremmo fare la tessera del non fascista".

CAMILLA PALAGI
Martedì 4 febbraio 2020 alle 19:05:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Dilettanti, chi è stato il miglior allenatore fino ad oggi?













Chi è il miglior giocatore della Massese?



































Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News