Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 10.45 del 19 Settembre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Veleni nella falda, Fdi: «Per il Pd, l'inquinamento non è un problema»

Fratelli d'Italia in difesa del sindaco Persiani: «Sono stati al governo ininterrottamente per oltre 30 anni consentendo che i veleni s’insinuassero nella falda acquifera senza batter ciglio»

scambio di accuse
Massa - «“E’ colpa sua se c’è danno d’immagine. E’ colpa sua se sono stati diffusi i dati in un periodo di alta stagione turistica. E’ colpa sua se la gente non verrà a fare il bagno nel nostro mare”. Di quale colpa stiamo parlando ed a chi è rivolta l’accusa? Si parla del sindaco di Massa, Francesco Persiani che, secondo la segreteria comunale del Pd, è reo di aver diffuso i dati dell’inquinamento della falda alla vigilia della stagione turistica». La replica in difesa del primo cittadino arriva da Fratelli d’Italia di Massa.

«Per noi di Fratelli d’Italia – affermano – che facciamo parte della Giunta di centrodestra che governa la città da meno di un anno, basta anche molto meno per replicare a questi narcisisti che danno le colpe agli altri e quindi anche questa volta lo facciamo con grandissimo piacere, in primis per onorare la verità e poi per ristabilirla a favore del sindaco Persiani, del suo governo e di tutti i cittadini che, prima di noi, sono sempre stati tenuti all’oscuro della vicenda. Dalla nota stampa diffusa dal PD si capisce che il problema per loro non è quello dell’inquinamento ma il fatto di aver diffuso i dati. Sono stati al governo ininterrottamente per oltre 30 anni consentendo che i veleni s’insinuassero nella falda acquifera senza batter ciglio all’infuori di qualche riunione perditempo tra “amici di merende” e, nel contempo, hanno lasciato consapevolmente disinformata l’intera cittadinanza sui pericoli che incombevano per la salute di tutti».

«Però – proseguono – adesso se la prendono con Persiani e lo accusano di incapacità di governo perché ha diffuso quei dati che un Sindaco, quando ne viene a conoscenza, ha il dovere di riferire ai suoi cittadini; si auto proclamano “salvatori della Patria” perché con le barriere idrauliche hanno fatto in modo che il veleno bevuto dai cittadini fosse sufficiente solo per ammalarsi e non per morire (loro ci tengono alla nostra salute); si rivolgono alla popolazione attribuendosi il merito di aver fatto delle scelte che si materializzano nell’aver tenuto la gente all’oscuro dell’inquinamento e del fatto che bere quell’acqua voleva dire, come nei migliori libri gialli, assumere veleno a piccole dosi in modo da morire molto lentamente».

«Ci fermiamo qui – concludono da Fdi – anche se quanto affermato nella nota della segreteria PD avrebbe bisogno di interpretazione da parte di qualche medico psichiatra per capire la malattia di chi l’ha pensata dato che vorrebbe ribaltare una verità che è di fronte a tutti: la colpa dell’attuale situazione sia per i danni possibili alla salute sia per quelli d’immagine è esclusivamente del PD e non certo di chi, come il sindaco Persiani ed il cdx, cercano di risolvere una situazione di immobilismo trascinatasi per oltre 30 anni sotto le giunte di centro sinistra e del PD. Fratelli d’Italia ribadisce il pieno appoggio al sindaco Persiani ed alla sua Amministrazione per il lavoro svolto e, nella consapevolezza che questa non sarà l’ultima volta che si parla di questa vicenda, assicura la piena informazione a tutti i cittadini».
Lunedì 10 giugno 2019 alle 22:19:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News