Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 14.33 del 16 Agosto 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Primo Consiglio comunale di fuoco per l'amministrazione Persiani

Polemiche su Benedetti, il Pd: «Inadatto a ricoprire il ruolo di presidente». Bagarre anche sul post del dirigente che accosta l'ex-sindaco Volpi a una prostituta

Primo Consiglio comunale di fuoco per l´amministrazione Persiani
Massa - Un consiglio comunale acceso, ricco di colpi di scena ma anche difficile da gestire per il presidente del consiglio comunale, Stefano Benedetti. Ad aprire l'incontro convocato dall'amministrazione Persiani per lunedì mattina, la comunicazione del presidente relativa all'assenza «del consigliere Alessandro Volpi per impegni di lavoro». Comunicazione che ha scatenato nuovamente le voci secondo cui l'ex sindaco siederà presto fra le fila dell'opposizione. In apertura Benedetti ha richiesto alle forze politiche di sinistra «atti di responsabilità per i 5 anni di amministrazione a venire», in riferimento alla riunione dei capi gruppo indetta la scorsa settimana per discutere del debito fuori bilancio e slittata al prossimo consiglio comunale a causa dell'assenza di alcuni consiglieri di opposizione. «Comportamento inaccettabile dal punto di vista morale» - ha affermato Benedetti.

Frequenti le critiche del presidente all'operato della passata amministrazione. Che la minoranza ha raccolto per sottolineare la non idoneità di Benedetti allo svolgimento del ruolo, carica super partes istituita per equilibrare il dibattito fra le due parti. «Lungi da me accantonare il mio ruolo di consigliere di Forza Italia» - ha replicato il presidente del consiglio. «Con fatica cercherò di ricoprire i due ruoli» ha aggiunto in risposta a Stefano Alberti (Pd) che lo ha definito «inadatto», sostenuto da Agostino Incoronato (Uniti per la città) che ha rincarato la dose: «Presidente se intende far politica prenda tre minuti per parlare come un normale consigliere, non un'ora». E a sorpresa anche dal pentastellato Paolo Menchini: «fare politica attiva da quel ruolo alimenta le polemiche» ha detto il consigliere Menchini per placare gli animi della platea della sala del consiglio, in stato di agitazione sin dai primi minuti dell'incontro. Avanzata dalla consigliera Elena Mosti una proposta per uscire dall'impassse: «prima di parlare dica se lo fa come consigliere o come presidente». Dura la replica del presidente: «ricopro due ruoli perché la legge me lo consente».

Scintille anche per il post condiviso su Facebook dal dirigente del settore ambiente, turismo, mobilità, Fabio Mercadante. Tra il pubblico una ventina di manifestanti a suon di applausi hanno sostenuto le posizioni di condanna del gesto prese dai consiglieri Uilian Berti (Sinistra Progressista per Massa) e Stefano Alberti (Pd). Che hanno richiesto inoltre al sindaco Francesco Persiani di prendere le distanze ufficialmente dal post/fotomontaggio in cui Alessandro Volpi viene accostato ad una prostituta in strada accompagnato da allusioni sull'attuale impiego dell'ex amministratore: «Inammissibile - ha tuonato Berti - che un dirigente si permetta di offendere in questo modo un consigliere». Insistenti gli applausi alle parole del consigliere Berti, che hanno infine scatenato la reazione del presidente del consiglio: «vi caccio fuori» si è rivolto al pubblico “dissidente”. Al termine della seduta, Rossana Liggio, a nome dei manifestanti ha voluto spiegare: «Per noi è grave che il sindaco abbia liquidato con un po' di ilarità quella che è una mancanza di rispetto verso le istituzioni. E l'offesa è trasversale: è offensiva per la società civile, per le donne, per le prostitute. Lo stato di diritto ne è leso. La nostra presenza qua per ribadire questo concetto».

Da rivedere le composizioni delle commissioni consiliari, fanno sapere da palazzo civico, e non ancora annunciate le nomine alla presidenza delle sedute, ognuna delle quali sarà composta da 6 consiglieri di maggioranza e 4 di minoranza. Incerta la situazione della partecipata Asmiu: «debiti oltre i due milioni – ha affermato l'assessore alle finanze, Pierlio Baratta – ai quei milioni dovremmo aggiungere tutte le perdite di una mala gestio». Non sono mancate le repliche degli ex assessori che ora siedono fra le fila della minoranza. Di poche parole, invece, il sindaco Francesco Persiani.
Lunedì 30 luglio 2018 alle 23:01:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News