Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Posizioni organizzative, Persiani: i sindacati sapevano tutto

Il primo cittadino risponde alle organizzazioni sindacali: «prima di criticare sarebbe bene verificare se le accuse che si vogliono muovere siano corroborate dai fatti»

la polemica
Posizioni organizzative, Persiani: i sindacati sapevano tutto
Massa - In relazione all’articolo apparso sui media, riportanti le dichiarazioni dei sindacati confederali in ordine alla deliberazione che ha istituito le posizioni organizzative del Comune di Massa, il sindaco Francesco Persiani, «pur non volendo alimentare polemiche, ritiene opportuno, tuttavia, chiarire quanto segue, al fine di sgombrare il campo da possibili equivoci o errate interpretazioni dei fatti» fa sapere Palazzo Civico.

«La riorganizzazione dell’ente – precisa il primo cittadino – è stata approvata dalla giunta comunale con deliberazione n. 45 del 15.02.2019. Al punto 3 del deliberato, si disponeva che le posizioni organizzative sarebbero state oggetto di un riassetto complessivo con un numero di posizioni organizzative non inferiore a 15. Pur non rientrando, tale materia, tra gli argomenti rimessi alla contrattazione collettiva o al confronto previa informativa, la deliberazione veniva inoltrata alle organizzazioni sindacali a cura del segretario generale lo stesso giorno di approvazione da parte della giunta comunale. Nessuna osservazione in merito perveniva da parte delle organizzazioni sindacali. In data 20 marzo 2019, ai sensi dell'art. 5 del Ccnl 2018, la bozza del regolamento per la disciplina dei criteri per il conferimento e la revoca degli incarichi di posizione organizzativa veniva inoltrata alla Rsu (rappresentanze sindacali, ndr) e ai sindacati provinciali di categoria quale informazione preventiva».

«Nel termine di cinque giorni – prosegue Persiani – previsto dal Ccnl per l’attivazione del confronto da parte delle organizzazioni sindacali, non è pervenuta alcuna istanza di confronto. Pertanto risulta strano che venga richiesto un confronto mediante un comunicato stampa e poi non si risponda alle richieste dell’amministrazione. Da precisare che il modello di relazioni sindacali cui si fa riferimento nell’articolo di stampa, cioè l’organismo paritetico per l’innovazione, a cui poteva essere demandato l’esame preliminare del progetto relativo all’istituzione delle Po, deve essere ancora costituito presso il Comune di Massa. Tale organismo è formato da un componente designato da ciascuna delle organizzazioni sindacali firmatarie del Ccnl 2016-2018, nonché da una rappresentanza dell’Ente, con rilevanza pari alla componente sindacale: non essendo a oggi pervenute le designazioni dei sindacati, è pertanto del tutto pretestuoso il rilievo secondo cui l’Ente avrebbe tenuto una condotta antisindacale per non aver sottoposto al vaglio dell’organismo citato la proposta, che, si ripete, non è stato ancora costituito per l’assenza di designazioni da parte delle organizzazioni sindacali. Di nuovo, si richiede l’intervento di un organismo a cui l’inerzia dei sindacati non ha mai permesso di cominciare a lavorare».

«Privo di fondamento – aggiunge il sindaco – è anche il rilievo contenuto nella dichiarazione alla stampa secondo cui la deliberazione istitutiva delle Po comporterà la necessità di “decine di migliaia di euro da stanziare in bilancio”. Per quanto attiene alle risorse destinate a finanziarie le Po, la misura complessiva è pari a euro 117.800, di cui 101.000 euro derivanti dal fondo esistente nell’anno 2018 e confluito, in applicazione del Ccnl 2018, in un Fondo autonomo rispetto al Fondo consolidato per il trattamento accessorio del personale. La rimanente somma di euro 16.800 costituisce la somma annuale destinata a remunerare le alte professionalità di cui al Ccnl del 1999, oggi soppresse e inglobate nella categoria generale delle posizioni organizzative. Con contratto decentrato integrativo stipulato con le organizzazioini sindacali in data 18 dicembre 2018 si è convenuto tra le parti di incrementare di euro 16.800, con decorrenza anno 2019, il fondo complessivo destinato a finanziare le Po».

«Detto questo – conclude Persiani – credo che un rapporto sano e corretto con i sindacati sia necessario e giusto, in quanto dal dialogo sicuramente possono nascere idee positive ma, prima di criticare sarebbe bene verificare se le accuse che si vogliono muovere siano corroborate dai fatti e soprattutto se abbiano una parvenza di verità. A urlare si fa presto, troppo».
Mercoledì 15 maggio 2019 alle 22:16:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News