LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 22.11 del 18 Giugno 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Nove giorni alle amministrative: le ultime dai candidati

Partito Comunista, Area 2018, Movimento 5 Stelle, Lega

MASSA AL VOTO
Nove giorni alle amministrative: le ultime dai candidati
Massa - Continua la corsa per la tanto ambita poltrona di Via Porta Fabbrica. I candidati continuano a proporre idee e soluzioni e invitando la popolazione a partecipare ai loro appuntamenti.

PARTITO COMUNISTA:
Il 17 maggio scorso, la società Bistrot, che opera all’interno del Centro Commerciale
MareMonti di Massa, ha dichiarato che in tale sede vi è un esubero per il numero complessivo di 240 ore. Per far fronte a tale situazione la società ha annunciato le due soluzioni che verranno proposte ai propri dipendenti “in eccesso” : il trasferimento presso altra sede a Firenze o l’uscita volontaria con incentivo.
"Il Partito Comunista di Massa si schiera apertamente dalla parte dei lavoratori che subiscono quello che a tutti gli effetti può considerarsi un ricatto - ha scritto in una nota Marco Bondielli, candidato sindaco - Il Pc sostiene lotta al fianco dei lavoratori contro questi trasferimenti dal sapore di licenziamento che ormai abbondano in tutta Italia in modo particolare proprio nel settore delle catene di ristorazione. L’assunzione dei dipendenti deve necessariamente passare attraverso lo strumento del contratto di lavoro diretto e a tempo indeterminato. L’introduzione di forme di lavoro a somministrazione, a voucher o a cosiddette “tutele crescenti” - ha continuato - ha favorito e favorisce esclusivamente la volontà padronale a discapito di quella del lavoratore ad avere una situazione economica-lavorativa stabile e duratura. Le grandi catene ma anche la grande industria, grazie a queste nuove forme di sfruttamento legalizzate, hanno la possibilità di fruire di manovalanza contrattualmente più ricattabile, con minori diritti e salari sempre più bassi. Il lavoro -ha concluso Bondielli - deve tornare ad essere fonte di dignità e di vita della società e non più uno strumento di arricchimento di pochi".


AREA 2018:

"Anche la “nostra” montagna – dichiara il candidato Andrea Biagioni - ha conosciuto quelle dinamiche che sono sempre le stesse: i giovani partono, intere famiglie si trasferiscono dove c’è lavoro, gli anziani invecchiano e nessuno si prende più cura delle strade, delle case, dei campi. Un fenomeno che ha colpito in modo particolare le comunità montane delle aree più interne, che ha portato, oltre alla perdita culturale e delle radici, un crescente deterioramento del territorio. Secondo l’Istat, in Italia ci sono 5.627 Comuni con meno di 5 mila abitanti. Per far risorgere i nostri borghi, le frazioni e i paesi montani occorrono politiche di effettiva valorizzazione sia socio-economica che turistico-culturale che mettano al centro le bellezze paesaggistiche ed ambientali rendendo gli abitanti della “nostra” montagna i veri protagonisti di una ripresa sia possibile che necessaria Le scelte della politica e di una buona amministrazione devono andare in questa direzione".
"Servono idee, risorse, progettualità concrete - ha affermato Biagioni - Sostegno alle start-up giovanili che investono sul turismo e sulla valorizzazione ambientale e culturale dei luoghi e sulla promozione delle specialità enogastronomiche, delle acque, dell’agricoltura, dell’allevamento e dell’artigianato locali. È necessaria una politica attiva che aiuti a far crescere queste unicità trasformandole in proposte di un marketing territoriale fondato sulle persone e sul patrimonio di biodiversità, dei saperi e dei sapori" ha concluso il candidato.


MOVIMENTO 5 STELLE:
Giacomo Giannarelli, presidente del gruppo consiliare Movimento 5 Stelle e vicepresidente della Commissione Ambiente e Territorio, sarà domenica all’evento “Acqua pubblica e superamento di Gaia” che si terrà a Massa, presso il Parco della Comasca di Massa, alle ore 18. Insieme a Giannarelli, i parlamentari M5s in Commissione Ambiente Federica Daga e Riccardo Ricciardi; Daniela Albano, consigliera comunale di Torino; Alfonso Baldi del comitato "Acqua alla gola, Francesca Galloni, legale confconsumatori; Nicola Ceravolo, presidente del Consiglio di Sorveglianza di Asa Spa; e Luana Mencarelli, candidata sindaca di Massa per il Movimento 5 Stelle.
“Mentre aspettiamo da tempo di poter discutere la nostra proposta di legge regionale di riforma del servizio idrico, intanto la Corte di Giustizia Ue multa l’Italia per la gestione inadeguata delle acque di scarico urbane. Avevamo avvisato il Pd da tempo, ottenendo anche l’approvazione di alcuni atti in Consiglio regionale, ma la Toscana continua ad essere indietro in materia di depurazione. La soluzione, come riconosciuto da Arpat, non è l’acido peracetico, ma puntare sugli opportuni investimenti per adeguare e ampliare gli impianti di depurazione anche nelle aree a rischio. Così come scritto nel mio emendamento approvato dall’aula nell’ultima legge regionale” così Giacomo Giannarelli ad introdurre la sua partecipazione all’evento.


LEGA:
Sabato 2 e domenica 3 giugno la Lega della provincia di Massa-Carrara aderirà all'iniziativa indetta su tutto il territorio nazionale da Matteo Salvini, raccogliendo le firme sulla proposta di elezione diretta del Presidente della Repubblica. Ecco i gazebo previsti:
Sabato 2 giugno: dalle 9 alle 13 presso piazza del comune, Aulla; dalle 16 alle 19 presso viale vespucci, angolo via rinchiosa, Marina di Carrara; dalle 9 alle 18 presso Largo Matteotti (piazza delle corriere), Massa.
Domenica 3 giugno: dalle 9 alle 13 presso piazza del comune, Aulla; dalle 16 alle 19 presso viale vespucci, angolo via rinchiosa, Marina di Carrara; dalle 9 alle 18 presso pontile di Marina di Massa.
Il Segretario Provinciale della Lega, Andrea Cella, invita la cittadinanza a partecipare: "L'elezione diretta del Presidente della Repubblica è una proposta di buon senso - dichiara Cella - per far sì che la massima carica dello Stato rispecchi il più possibile il volere degli italiani. L'Italia è cambiata molto nel corso dei decenni, così come la società in generale, c'e' bisogno di dare risposte certe e rapide agli elettori e soprattutto che tali risposte siano comprensibili. Non è possibile che anche formare un governo diventi un'impresa impossibile per i partiti che hanno ottenuto la fiducia degli elettori. Per cui è necessario che siano sempre i cittadini italiani ad avere il diritto di dire l'ultima parola. Sabato e Domenica tutti gli abitanti della provincia di Massa-Carrara potranno firmare la nostra proposta tramite i nostri gazebo sul territorio."
Venerdì 1 giugno 2018 alle 22:02:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News