Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Morti al Noa, Benedetti: «Quei periti sono medici Asl non imparziali. Vanno ricusati»

Il presidente del Consiglio comunale Stefano Benedetti presenta due nuovi esposti. Il governatore Rossi: «Basta fango, reagiremo colpo su colpo»

la sanità apuana
Morti al Noa, Benedetti: «Quei periti sono medici Asl non imparziali. Vanno ricusati»
Massa - Morti sospette al Noa, il presidente del Consiglio comunale di Massa, Stefano Benedetti torna all'attacco e presenta due nuovi esposti. Il primo, presentato a febbraio scorso, aveva portato all'apertura di un'inchiesta della Procura che ha visto l'iscrizione nel registro degli indagati del primario di medicina generale dell'ospedale delle Apuane.

«Nella giornata di oggi – fa sapere Benedetti – ho presentato due esposti, di cui il primo inoltrato alla Procura di Massa con la richiesta di dilatare il periodo previsto per le indagini in corso ai sei mesi precedenti e ai sei mesi successivi il periodo dicembre-gennaio 2018, su cui per il momento si sono concentrate le attenzioni della Procura».

«Questa decisione – spiega l'esponente di Forza Italia – è scaturita dopo che decine di famiglie hanno denunciato episodi di malasanità e soprattutto perché le stesse chiedono di conoscere le vere cause di morte dei loro parenti che nel periodo del ricovero precedente il decesso avevano contratto un batterio intestinale».

«Ma non solo – prosegue Benedetti – ho chiesto di accertare se dopo il decesso i medici hanno provveduto ad effettuare gli esami per accertare il tipo di batterio che ha portato alla morte diversi malati. Ma in questo momento l'iniziativa più importante è quella di ricusare i periti nominati dalla Procura della Repubblica per palese incompatibilità poiché, essendo medici dipendenti della Asl, non sono a mio avviso in grado di garantire l'imparzialità delle indagini sulle morti sospette. Nel merito, gli avvocati che difendono le famiglie interessate si faranno carico di questa iniziativa. Nello stesso tempo, ho effettuato un monitoraggio sul funzionamento dell'ospedale delle Apuane con la conclusione che alcune situazioni particolari trovate devono essere verificate in modo approfondito poiché il sospetto è che il proliferare dei batteri sia stato favorito da scarse condizioni igienico-sanitarie ed altre anomalie tecniche che fra qualche giorno renderò pubbliche».

ROSSI: «REAGIREMO COLPO SU COLPO CONTRO CHI DENIGRA LA NOSTRA SANITÀ»
Sull'argomento, alcuni giorni fa era intervenuto il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi che aveva messo in guardia: «Se ci sono forze politiche che vogliono operare queste inaccettabili strumentalizzazioni, è bene che sappiano che reagiremo colpo su colpo, senza, lo ribadisco, guardare in faccia a nessuno. Anche perché sono sempre più convinto che denigrare la sanità pubblica è il primo passo verso l'obiettivo della privatizzazione dei servizi».

«La Regione Toscana – prosegue - è assolutamente disponibile a discutere dei suoi limiti, delle sue imperfezioni e ad accogliere tutte le critiche che vengono rivolte al Servizio sanitario regionale. Lo abbiamo sempre fatto. Ma non è assolutamente disponibile ad accettare che si getti fango sul lavoro di operatori onesti e che si mandino nel panico migliaia di cittadini che hanno bisogno delle nostre strutture».

«È bene ricordare che i dati del Ministero della Salute, contenuti nel rapporto SDO 2016 (schede di dimissione ospedaliere, n.d.r.), mostrano, relativamente alle infezioni dovute a cure mediche, un valore per la Toscana pari a 8.24 per 100.000 dimissioni, inferiore a quello nazionale che è di 12.39 ogni 100.000 dimissioni e al di sotto della maggior parte delle altre Regioni (Piemonte 25.48, Lombardia 20.16, Veneto 16.3, Emilia Romagna 19.64). Il valore dell'Ospedale NOA relativo al 2016 è pari a 13.00 per 100.000 abitanti, assolutamente in linea – conclude - con il dato nazionale».
Venerdì 26 ottobre 2018 alle 18:26:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Sei favorevole o contrario all'erogazione del reddito di cittadinanza per i più poveri?

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News