Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 08.31 del 22 Ottobre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Migranti, Volpi: «Aiutare tutti coloro che lo richiedono». Persiani: «Priorità ai massesi»

Che cosa pensano i candidati a sindaco di Massa dell'accoglienza?

#MASSA2018 - OPINIONI A CONFRONTO
Migranti, Volpi: «Aiutare tutti coloro che lo richiedono». Persiani: «Priorità ai massesi»
Massa - Immigrazione e accoglienza. Se ne discute a livello nazionale – vedi il caso della Ong, Acquarius - se ne discute a livello locale. Ma che cosa ne pensano i due candidati alla carica di sindaco che il 24 giugno concorreranno al ballottaggio finale che determinerà le sorti del Comune di Massa?

Nelle settimane precedenti, la Voce Apuana aveva chiesto ai due candidati, per il centrodestra Francesco Persiani, per il centrosinistra Alessandro Volpi, di esprimere un'opinione sul tema Ius Soli, sulla gestione pubblica dei centri di accoglienza del territorio e sulla possibilità di riconoscere anche ai migranti che risiedono a Massa di godere di uno spazio pubblico in cui confrontarsi liberamente.

Queste le risposte date dai due aspiranti sindaco.

Alessandro Volpi (Partito Democratico, Articolo Primo, Sinistra Massa città d'Europa, Uniti per la città, Volpi Sindaco, Sinistra Progressita per Massa, Amare Massa). «Chi è nato in Italia deve poter diventare cittadino italiano, godendo dei diritti ma anche rispettando i doveri di cittadino. Tutti coloro che decidono di vivere in Italia devono rispettare le leggi italiane. Tutti coloro che chiedono una mano al nostro Paese devono essere aiutati, ma se una persona delinque deve essere processata e punita quale che sia la sua nazionalità.» Clicca qua per leggere l'intervista integrale

Francesco Persiani (Forza Italia, Lega, Fratelli d'Italia, Popolo della Famiglia e la lista civica Persiani Sindaco). «Noi siamo contrari allo Ius Soli, quindi li avrei certamente ricevuti, ma avrei spiegato loro che in una situazione come la nostra, il sindaco è moralmente impegnato a ricoprire anche la figura del "buon padre di famiglia", e che quindi avrei dato la priorità ai miei concittadini. Prima che magari mi vengano mosse false accuse ricordo che a risolvere il problema ci ha già pensato la Costituzione ne è la prova l’art. 3 che afferma che “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali”. Compito proprio di un sindaco è pensare al benessere della propria comunità, poi viene tutto il resto. Ed è quello che voglio fare». Clicca qua per leggere l'intervista integrale
Mercoledì 13 giugno 2018 alle 19:22:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News