LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 14.27 del 15 Dicembre 2017

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Mdp: "Le quote delle società Area Spa e Fidi Toscana non devono essere dismesse. Devono rimanere pubbliche"

Ma il tutto è rimandato al prossimo consiglio comunale

Mdp: `Le quote delle società Area Spa e Fidi Toscana non devono essere dismesse. Devono rimanere pubbliche`
Massa - . E’ questa la proposta dei consiglieri di Articolo Uno Mdp presentata giovedì sera al consiglio comunale di Massa dove era in discussione l'approvazione della delibera relativa alla ricognizione delle partecipazioni societarie detenute da palazzo civico.

Come è noto, l'indirizzo dato dal governo agli enti locali e alle Regioni, tradotto in legge a più riprese, è quello di dismettere, ossia vendere, tutte le quote delle società partecipate che non siano necessarie al funzionamento della pubblica amministrazione o che non svolgono attività strettamente necessarie ai bisogni della collettività. La delibera, che deve passare al vaglio del consiglio comunale, prevedeva quindi la dismissione delle quote di Area Spa e Fidi Toscana, ritenute non strategiche per la nostra città.

Un criterio che non ha però trovato d'accordo i consiglieri di Articolo Uno Mdp, come spiega la capogruppo, Elena Fruzzetti: “La scelta di considerare non strategiche due realtà come Area Spa, società nata nel 1991 per la risistemazione dell’area retro portuale di Marina di Carrara e per il ripristino occupazionale dell'area apuana, tuttora attiva, e Fidi Toscana, che si occupa invece del credito alle imprese, risulta contrastante rispetto alle esigenze occupazionali ed economiche del territorio provinciale – ha insistito - Non possiamo non notare poi che la proposta di delibera fa riferimento anche alla futura gestione del servizio integrato dei rifiuti , ribadendo che si provvederà ad un aumento del capitale sociale mediante la partecipazione del privato, cosa questa ancora tutta da verificare. Per questo abbiamo presentato una proposta che, se approvata, impegna il Consiglio comunale a ribadire con forza la necessità di potenziare tutti gli strumenti esistenti al fine di dare una risposta al mondo industriale e occupazionale. In questa ottica ribadisce poi la necessità di mantenere la partecipazione nella Societa’ Area spa e Fidi Toscana. E' necessario perseguire la gestione pubblica dei sevizi”.

La proposta non è ancora stata votata perché il consiglio è stato sospeso per l'accesa discussione che si è creata su Evam, altra società partecipata del Comune di Massa: nella delibera viene indicata come non alienabile ma su questo punto c'è il parere negativo dei tecnici che, in base alle norme di legge, sostengono che debba essere dismessa, quindi venduta ai privati, perché non strategica per l'attività del Comune. Il tutto è rimandato al prossimo consiglio comunale.
Venerdì 20 ottobre 2017 alle 19:00:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





VIDEOGALLERY


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Via Fratelli Rosselli, 33 - 19121 La Spezia
Direttore responsabile: Luca Borghini

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News